Our Blog

0

Nella prestigiosa cornice del Teatro Regio si è svolta sabato 24 gennaio 2015 la Celebrazione Civile Nazionale del Bicentenario della nascita di Don Bosco, il Rettor Maggiore dei salesiani don Ángel Fernández Artime e la Madre Generale suor Yvonne Reungoat, in un clima di festa e riconoscenza hanno incontrato le autorità civili e religiose del Piemonte insieme con i rappresentanti della famiglia salesiana di tutta Italia e i numerosi amici del Santo dei giovani.

Trascinati dall’animazione teatrale di un gruppo di 100 giovani guidati dal presentatore Gigi Cotichella, la platea gremita in ogni ordine di posto, ha potuto commemorare Don Bosco e ripercorrere i punti salienti del suo carisma educativo. Grazie al contributo ed agli interventi sul palco delle autorità quali il Monsignor Cesare Nosiglia, il sottosegretario al Ministero del Lavoro Luigi Bobba, il presidente Sergio Chiamparino, il sindaco Piero Fassino, l’ispettore don Enrico Stasi; degli artisti Gabriel Iturraspe, Laura Curino, Eugenio Allegri, Giacomo Poretti, Andrea Vanadia e degli ospiti Suor Giuliana Galli, Rolando Picchioni, Pietro De Biasi, Agnese Moro; si sono alternanti momenti di alta commozione e tempi di riflessione, al fine di rilanciare la sfida quantomai attuale di continuare a rendere vivo ed efficace il sogno del Santo piemontese.

L’ufficialità e l’importanza del momento sono state sottolineate dal saluto pervenuto attraverso la lettera del Segretario Generale del Presidente della Repubblica e dal tradizionale momento conclusivo della “buonanotte” che in questa occasione si è svolta in forma originale con l’intervista di don Angel ad opera della prestigiosa firma, Mario Calabresi, direttore del quotidiano nazionale La Stampa.


Il resoconto completo del pomeriggio sarà a disposizione nella giornata di domani.


Audio integrale dell’intervista a don Ángel Artime da parte dei giornalisti


 

Riportiamo qui di seguito il testo della lettera inviata dal Segretario Generale del Presidente della Repubblica al Consigliere per la Regione Mediterranea, Don Stefano Martoglio, in occasione della celebrazione civile del Bicentenario.

Reverendo Padre,

Il Capo dello Stato la ringrazia per l’invito a presenziare alla celebrazione nazionale del Bicentenario della nascita di Don Bosco che avrà luogo a Torino i prossimo 24 gennaio presso il Teatro Regio ed alla quale è spiacente di non poter partecipare ed esprime la sua ideale vicinanza a tutti coloro che sono riuniti per celebrare, nella sua duecentesima ricorrenza, la nascita del Santo di Castelnuovo d’Asti, sommo educatore e fondatore della Compagnia Salesiana, di Opere e Istituti religiosi che hanno portato alto il nome dell’Italia in tutto il mondo ed esaltato i valori della solidarietà e del dialogo nel rispetto delle diverse identità. Il messaggio di amore ed entusiasmo per la vita che Don Bosco ha saputo trasmettere, è oggi più che mai patrimonio per ciascuno di noi e per la collettività tutta.

Con questo spirito nel rivolgere il suo caloroso augurio per il pieno successo della manifestazione, il Presidente della Repubblica invia  a lei, gentile Consigliere, alle autorità presenti e a tutti i giovani convenuti nel nome del loro “padre e maestro” il suo partecipe saluto, cui unisco il mio personale.

Donato Marra