Diario

Diario

0

banner-quadrato-expo

Milano, 29.10.2015 – CASA DON BOSCO in questa giornata si prepara ad accogliere all’interno dei suoi spazi un evento significativo che segnerà il lungo percorso vissuto sino ad oggi da questo Padiglione speciale; tra i suoi tratti distintivi ricordiamo che si tratta dell’unico che porta il nome di una persona, addirittura un Santo; è il solo che fa riferimento ad una famiglia religiosa e non ad uno Stato, un’Organizzazione o un’Azienda e che può vantare la propria presenza in più di 130 Paesi nel mondo. continua

0

banner-quadrato-expo

Milano, 28.10.2015 – Siamo giunti alle battute finali dell’Esposizione Universale 2015 ed è giunto il momento di fare un punto della situazione su ciò che si è creato in questi mesi e su quello che ci si aspetta per il futuro. Presso CASA DON BOSCO la fine di questa bellissima esperienza verrà salutata con un evento dedicato, in cui si terrà la consegna simbolica delle chiavi del Padiglione all’Ispettoria dell’Ucraina. continua

0

banner-quadrato-expo

Milano, 14.10.2015 – Prosegue il mese di ottobre, l’ultimo dell’Esposizione Universale 2015, in CASA DON BOSCO, con una serie di eventi dedicati alla riflessione sul cibo e alimentazione, al vivere sostenibile, alla formazione dei giovani, dimostrazioni pratiche, degustazioni e intrattenimento per tutti i partecipanti. continua

0

banner-quadrato-expo

Milano, 14.10.2015 – Prosegue il mese di ottobre, l’ultimo dell’Esposizione Universale 2015, in CASA DON BOSCO, con una serie di eventi dedicati alla riflessione sul cibo e alimentazione, al vivere sostenibile, alla formazione dei giovani, dimostrazioni pratiche, degustazioni e intrattenimento per tutti i partecipanti. continua

0

banner-quadrato-expo

Milano, 07.10.2015 – Il mese di ottobre, l’ultimo dell’Esposizione Universale 2015, si apre in CASA DON BOSCO dedicando ampio spazio alla formazione di stampo salesiano dei giovani, a cura delle diverse sedi del CIOFS-FP, Centro Italiano Opere Femminili Salesiane Formazione Professionale, e dando risalto ad altri eventi incentrati sull’intrattenimento, sulla riflessione e sulla diffusione dei principi salesiani. continua

0
“San Giovanni Bosco, padre e maestro di giovani”: il documentario di RAI Storia curato da Antonia Pillosio in anteprima a Castelnuovo Don Bosco lunedì 5 ottobre alle 21.00 nel Salone Ala di piazza Don Bosco.

Ha dedicato la vita intera ai ragazzi più poveri nella Torino dell’Ottocento, intuendo l’importanza della formazione e dei luoghi dove coltivare l’educazione dei giovani. A duecento anni dalla nascita – avvenuta il 16 agosto 1815 nel borgo i Becchi di Castelnuovo d’Asti – San Giovanni Bosco è al centro della puntata di “Italiani” con Paolo Mieli, curata da Antonia Pillosio e in onda martedì 6 ottobre alle 21.30 su Rai Storiacontinua

0

banner-quadrato-expo

Il mese di settembre in CASA DON BOSCO termina con successo: finora il calendario è stato ricco di eventi dedicati ai giovani, alla formazione di stampo salesiano, ai progetti umanitari e di volontariato portati avanti nei vari Paesi del mondo, alla riflessione, ma anche al divertimento e alla condivisione. continua

0

banner-quadrato-expo

Manca solo una settimana al termine del mese di settembre e in CASA DON BOSCO il ritmo non rallenta: tanti eventi dedicati alla riflessione e alla formazione, con un occhio sempre attento alla sostenibilità, al turismo, all’educazione, alla formazione dei giovani e al volontariato. continua

0

banner-quadrato-expo

Il palinsesto di CASA DON BOSCO si sta contraddistinguendo in questi giorni per la ricca proposta di eventi: degustazioni accompagnate da momenti di riflessione sulle economie dei paesi di riferimento, approfondimenti su tematiche quali l’ambiente, la comunicazione e il mondo del lavoro; le realtà coinvolte giorno dopo giorno all’interno del Padiglione sono molteplici e diversificate. continua

0

banner-quadrato-expo

Milano, 09.09.2015 – Il mese di settembre presso il Padiglione CASA DON BOSCO in EXPO prevede un ricco calendario di eventi programmati allo scopo di diffondere i principi base del metodo educativo salesiano.
 continua

0

All’interno della settimana di kermesse enogastronomica astigiana, Douja d’Or, nella giornata di martedì 15 settembre, dalle ore 15.30 nel salone di Palazzo Borello (piazza Medici, Asti) si terrà il forum internazionale delle scuole-aziende agricole salesiane e delle aziende monferrine dal titolo “Seminare la terra, educare i giovani“; un particolare dialogo tra Don Bosco e la civiltà monferrina sul tema di Expo “Nutrire il pianeta, energia per la vita”continua

0

banner-quadrato-expo

E’ appena iniziato il mese di settembre e presso il Padiglione CASA DON BOSCO in EXPO continua il ricco calendario di eventi programmati allo scopo di diffondere i principi base del metodo educativo salesiano. continua

0

banner-quadrato-expo

Presso la “Casa Don Bosco” di Milano Expo 2015 domenica 13 settembre prossimo dalle ore 10.30 alle ore 12.30 si svolgerà un evento dal titolo “Non di solo pane … ma di ogni parola. Ripensare la Comunicazione”, durante il quale sarà presentato il nuovo volume “Ripensare la Comunicazione” di cui si allega la copertina, libro che è frutto dell’omonimo Convegno del XXV della Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell’UPS. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Sfuma l’ultima eco delle feste per i 200 anni dalla nascita di don Bosco, il prete dei giovani. E passata la festa normalmente i santi ritornano… nelle nicchie pronti ad essere “rispolverati” per l’occasione. Un rischio come questo non può correrlo un santo che continua a ispirare migliaia di educatori con il suo sistema preventivo e con le sue intuizioni pedagogiche e spirituali. continua

0

banner-quadrato-expo

“Le Figlie di Maria Ausiliatrice per l’Imprenditorialità femminile” – Expo 2015 – Casa Don Bosco. Piccoli aiuti per sostenere grandi sogni e dare “Energia per la vita”. 

Dall’1 al 9 settembre a Expo 2015, presso Casa Don Bosco, le Figlie di Maria Ausiliatrice presentano attraverso una mostra il loro impegno decennale a sostegno dello sviluppo della microimprenditorialità femminile. continua

0

banner-quadrato-expo

Ultimi giorni per poter visitare la mostra “Migrants, Food, Identity”, allestita dall’Associazione Don Bosco 2000 presso il Padiglione di Expo CASA DON BOSCO e composta da trenta scatti realizzati dall’artista Mario Noto che ritraggono i migranti appena approdati sulle coste siciliane in scene quotidiane, tenendo al centro dell’attenzione il loro rapporto con il cibo;  continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Quando sono arrivati a Torino, la maggior parte di loro si guardava intorno come rapita. Quel viaggio, migliaia di giovani, lo hanno proprio desiderato. Dall’Argentina di Bergoglio, dalla Germania, dall’India, dall’Italia e da molti altri Paesi extraeuropei, circa 4mila “discepoli”, potremmo definirli, del santo educatore dei giovani hanno raggiunto Torino nella settimana del 10-16 agosto per vivere in prima persona la chiusura del bicentenario della nascita di don Giovanni Bosco.

 more

0

banner-quadrato-expo

La fotografia per raccontare e riflettere. Sembra essere questo il fil rouge che sta scandendo i giorni in CASA DON BOSCO. E’ appena terminata la mostra dal titolo “Un ospedale nella savana”, organizzata dall’Associazione Tonjproject Onlus incentrata sui progetti e i lavori svolti nei territori del Sud Sudan. continua

0

banner-quadrato-expo

Una forte componente di creatività sta caratterizzando i giorni di CASA DON BOSCO. La settimana è iniziata con l’entusiasmo e la simpatia di due gruppi di artisti: quelli provenienti dal circo per i giovani “Birichino” di Don Bosco Haus Chemnitz e i nostrani Barabba’s Clown. Le due compagnie, lunedì 10 agosto, hanno dato vita a spettacoli nei quali acrobatica e clownerie sono state protagoniste, assieme ad una spontaneità che ha saputo coinvolgere il pubblico presente, rapito dalla simpatia e bravura degli artisti presenti nel cortile diCASA DON BOSCOcontinua

0

A conclusione della settimana dedicata all’incontro dei giovani salesiani di tutto il mondo, 5000 giovani da 54 paesi differenti, questa mattina al Colle Don Bosco, si è svolta la celebrazione del Bicentenario della nascita di Don Bosco. continua

1

Caro Monsignore Cesare Nosiglia, Arcivescovo della Diocesi di Torino.

Carissimo P. Pascual Chávez, Rettor Maggiore Emerito.

Carissima Madre Yvonne, Superiora Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice. continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2

Nel giorno dell’Assunta il popolo di Don Bosco invade il Colle.
Alle 14.30, i 5000 giovani già arrivati in mattinata a Castelnuovo don Bosco si sono radunati nella piazza principale del paese sotto la grande statua del Santo, la prima realizzata al mondo. continua

1

Logo-definitivo_colori_small_2

“I Salesiani sono pronti al martirio pur di rimanere in Siria”, con queste parole Don Munir El Ra’i, Ispettore Salesiano del Medio Oriente, apre la quarta ed ultima giornata al PalaRuffini di SYM 2015, prima dello spostamento al Colle Don Bosco, dedicata alle confessioni e caratterizzata dall’intervento del sacerdote siriano «Come Salesiani siamo presenti in 7 nazioni del Medio Oriente in cui un conflitto dettato dagli interessi, non per l’umanità, non per la libertà o la democrazia, altro non è se non un grande gioco, un “big game” molto complesso in cui chi ne paga le conseguenze è il popolo, sono i giovani […] continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2

Per la terza mattinata consecutiva i giovani di Don Bosco si sono ritrovati al Pala Ruffini per festeggiare il loro Santo. L’appuntamento odierno è stato dedicato al tema “FOR THE YOUNG”. A presentare e condurre spettacolarmente la mattinata i ragazzi dell’IME, Ispettoria dell’Italia Meridionale, Albania, Kosovo e Zurigo. Le danze, i canti, le performances dei giovani hanno fatto da cornice alle diverse testimonianze della giornata. Ruben Escribano, salesiano di Madrid, ha portato la sua testimonianza di fede e la sua storia vocazionale, Anna Sansoni e Mariachiara Vaccarella hanno parlato della loro esperienza come Cooperatrici Salesiane a Siena, così come Idàlia Almeida e Sergio Fraga Cooperatori Salesiani portoghesi. continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2

LIKE WITH FOR, 5000 giovani di paesi diversi accomunati da un’unica passione: Don Bosco.

La prima giornata si è conclusa con la festa nella casa di Valdocco e la presentazione del nuovo logo dell’MGS Italia che vuole ricordare come Don Bosco sia vivo oggi come è viva la Famiglia Salesiana nelle sue sfaccettature e varietà, simboleggiate dai vari colori, e con la buona notte del Rettor Maggiore Don Ángel Fernández Artime “Sono sempre commosso nel trovarmi a Valdocco. Qui, altrove e sempre Don Bosco continua ad essere presente in ciascuno di voi”. continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2

La festa è cominciata. In un Pala Ruffini gremito e coloratissimo, 5000 giovani di 53 paesi da tutto il mondo si sono dati appuntamento per festeggiare Don Bosco. Dopo un’accoglienza gioiosa in cui sono stati presentati i vari paesi presenti, la mattinata è iniziata con i saluti e il benvenuto dell’assessore Claudio Lubatti e di Mons. Guido Fiandino che così parla del santo dei giovani: “Don Bosco è moderno perché il vangelo è moderno, seguite il vangelo e sarete moderni anche voi, l’augurio è che possiate vivere in nome di tre principi fortemente salesiani: famiglia festa e fede”. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

L’attesa aumenta il desiderio e, finalmente, la «settimana da sogno è arrivata», scherza Simone, giovane educatore all’oratorio salesiano di Cuneo. Già, “da sogno”, perché a lui piace pensare che questa esperienza, come tutte le altre vissute nei suoi 23 anni in cortile con i suoi amici e i salesiani, abbia origine proprio dal sogno di don Bosco. continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2

L’evento SYM Don Bosco 2015 ha inizio!! In queste ore 5.000 giovani da 54 nazioni di tutto il mondo stanno invadendo Torino. Un numero che crescerà nel prossimo fine settimana quando, a Colle Don Bosco, si chiuderanno i festeggiamenti dell’anno bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco. continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2

nella prima giornata della lunga settimana di festeggiamenti del SYM Don Bosco 2015, raduno mondiale del Movimento Giovanile Salesiano, i giovani delle Ispettorie di Italia e Medio Oriente si sono dati appuntamento nei cortili di Valdocco per una serata di preghiera e festa. continua

0

adma-slider-logoCondividiamo il testo dell’omelia del Rettor Maggiore dei Salesiani di Don Bosco, Don Ángel Fernández Artime, in occasione della celebrazione conclusiva del VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, presso la Basilica del Colle Don Bosco. continua

0

adma-slider-logo

Raccolta di video per raccontare gli avvenimenti della seconda giornata del VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, presso il PalaRuffini di Torino.

 

 continua

0

adma-slider-logo

Quest’oggi la giornata è cominciata con le Lodi Mariane seguite dalla relazione teologica “La famiglia, culla dell’amore e della vita” tenuta da Don Roberto Carelli. Riprendendo l’episodio della presentazione di Gesù al tempio, il teologo ha sottolineato la “funzione generativa” e il “compito educativo” della famiglia “l’educazione è lo sviluppo naturale della generazione ed è compito primario e inalienabile dei genitori che sono i primi e principali educatori dei propri figli e sono educatori proprio perché genitori  continua

0

adma-slider-logo

Dopo il successo dell’inaugurazione la seconda giornata si apre con l’Eucarestia per la famiglia presieduta dall’Arcivescovo di Torino Mons. Cesare Nosiglia che indica la famiglia come “baluardo fondamentale della nostra società e del nostro domani continua

0

adma-slider-logo

Raccolta di video per raccontare gli avvenimenti della prima giornata del VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, presso il PalaRuffini di Torino.

 

 continua

0

adma-slider-logo

In un Palaruffini gremito di ospiti arrivati a Torino da tutte le parti del mondo, si è aperto il VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice. L’evento è iniziato con i saluti di benvenuto da parte del Presidente dell’ADMA, Tullio Lucca, accompagnato da moglie e figli: continua

0

Alcune immagini della preparazione del VII congresso internazionale di Maria Ausiliatrice al PalaRuffini di Torino continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Se don Bosco partecipasse al Convegno ecclesiale di Firenze avrebbe molte cose da raccontare, tanta esperienza da condividere con la Chiesa italiana. Il santo educatore dei giovani di Torino scelse infatti come ispiratore e patrono della sua Famiglia apostolica il santo vescovo Francesco di Sales – chiamandola appunto “salesiana” – attingendo da lui quell’umanesimo cristiano e quella metodologia della carità che ben corrispondevano alle sue intime aspirazioni. continua

0

banner-quadrato-expo

Si è aperta martedì 28 luglio, a CASA DON BOSCO, la settimana dal titolo “La didattica delle lingue ‘altre’ con il teatro e il computer” guidata da suor Caterina Cangià.  continua

0

banner-quadrato-expo

Video racconto dell’evento ad Expo 2015, il “Don Bosco Day“.
 continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2

Continuano a giungere da tutto il mondo testimonianze e resoconti su come i ragazzi del Movimento Giovanile Salesiano si stanno predisponendo per l’incontro del SYM DON BOSCO 2015, la grande festa dei giovani per il Bicentenario di Don Bosco. continua

1

All’edizione 2015 del Giffoni Experience, il festival internazionale del cinema per ragazzi, non potevano mancare i salesiani nell’anno in cui la famiglia scaturita da Don Bosco celebra il bicentenario della sua nascita (1815-2015). L’occasione, dunque, era opportuna poiché una vetrina come quella del Giffoni che riunisce ragazzi dai 3 ai 18 anni, provenienti da varie parti del mondo per vivere l’esperienza del cinema e premiarlo come nelle grandi kermesse internazionali era imperdibile in quest’anno di celebrazione. continua

0

banner-quadrato-expo

Ultimi giorni del mese di luglio in CASA DON BOSCO: sono tanti gli eventi che stanno scandendo le ore all’interno del Padiglione dedicato alla Famiglia Salesiana. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

La scuola cattolica in Italia ha una storia complessa e variegata. In età moderna, molti ordini e congregazioni, dal Cinquecento in poi, si dedicarono all’educazione della gioventù. La fama di educatore che raggiunse già in vita e l’alto numero d’istituti e collegi da lui fondati, fanno di don Bosco una pietra miliare nella storia dell’istruzione, in particolare in quella professionale, di cui egli fu instancabile promotore, anche se non fu né il primo né l’unico a promuoverle. continua

0

banner-quadrato-expo

E’ iniziata in Expo la seconda metà del mese di luglio e presso il Padiglione CASA DON BOSCO continua la ricca kermesse di eventi programmati con il macro obiettivo di diffondere i principi base del metodo educativo salesiano. continua

0

Logo-definitivo_colori_small_2A pochi giorni dall’inizio del SYM DON BOSCO 2015, l’incontro mondiale dei giovani del Movimento Giovanile Salesiano (MGS), don Fabio Attard, Consigliere Generale per la Pastorale giovanile, spiega senso, opportunità e prospettive di quest’importante appuntamento del Bicentenario. continua

1

Tra il 6 e il 9 agosto, a Torino e al Colle Don Bosco, si svolgerà il VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice che vedrà la partecipazione di oltre un migliaio di persone provenienti da svariati paesi del mondo. Si tratta di uno degli eventi voluti dalla Famiglia Salesiana, promosso dall’Associazione di Maria Ausiliatrice (ADMA), per celebrare il bicentenario della nascita di Don Bosco. continua

0

banner-quadrato-expo

Video intervista del grande evento ad Expo 2015, il “Don Bosco Day“, con interventi del Rettor Maggiore Don Angel Artìme, il vicario Don Francesco Cereda e Don Claudio Belfiore.
 continua

0

banner-quadrato-expo

Grande festa domenica 12 luglio in CASA DON BOSCO: il Padiglione ha festeggiato il Don Bosco Day, occasione nella quale Expo ha scelto di celebrare la presenza della Famiglia Salesiana all’Esposizione Universale, un momento speciale caduto nell’anno del bicentenario della nascita del Santo fondatore.  continua

0

In occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco, Papa Francesco ha inviato al Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, una lettera che vuole rendere grazie a Dio per il dono del Santo dei giovani e “richiamare gli aspetti essenziali dell’eredità spirituale e pastorale di Don Bosco ed esortare a viverli con coraggio”. continua

0

banner-quadrato-expo

“Non vi do il benvenuto in senso stretto, dato che siamo noi e l’Expo a dovervi ringraziare per essere venuti qui; per essere arrivati con una splendida presenza fisica (…) e di più per quello che fate come segno tangibile, concreto, della Famiglia Salesiana in aiuto alle persone in difficoltà”. Sono parole espresse da Bruno Antonio Pasquino, Commissario Generale di Expo2015 e responsabile di dare il benvenuto a CASA DON BOSCO nel giorno dedicato al Padiglione della Famiglia Salesiana, che mostra ai visitatori di tutto il mondo l’importanza di “nutrire il pianeta” con l’educazione e la formazione dei bambini e dei giovani. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Sogni non sempre di facile interpretazione, quelli fatti da don Bosco nelle sue brevi notti strappate al lavoro e all’impegno pastorale, ma tuttavia portatori di profezia. Se non tutti, almeno una buona parte di quelli che lo stesso santo raccontò ai suoi ragazzi e ai suoi primi salesiani.  continua

0

banner-quadrato-expo

Il mese di luglio si è aperto in CASA DON BOSCO con l’evento VOLUNTEERS @ EXPO: SAME PLACE, MANY STORIES, volto a generare un confronto ed un dialogo tra i rappresentanti provenienti da differenti situazioni di volontariato attive all’interno di Expo. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

«Non si può capire don Bosco senza mamma Margherita», ha tenuto a precisare papa Francesco nel suo discorso ai salesiani e alle Figlie di Maria Ausiliatrice nella Basilica di Valdocco di Torino il 21 giugno scorso. Nell’anno bicentenario della nascita del santo non si può non avere un ricordo particolare per la donna che ha educato per prima colui che sarebbe divenuto educatore di una moltitudine di giovani poveri e senzatetto. Le Memorie biografiche di don Bosco raccontano molto bene come Margherita Occhiena si prodigò da sola a crescere Giovanni Bosco e i due fratelli maggiori, Antonio e Giuseppe, dopo la prematura morte del marito stroncato da una polmonite. continua

0

banner-quadrato-expo

Sono in corso i preparativi per il grande giorno: domenica 12 luglio ad Expo si celebrerà la festa del Padiglione CASA DON BOSCO. Un pomeriggio all’insegna del sano divertimento e della riflessione. continua

0

Intervista all’Ispettore dei Salesiani del Piemonte e Valle D’Aosta, Don Enrico Stasi, e a Mons Flavio Giovenale, Vescovo di Santarém in Brasile, in occasione dell’incontro del Papa con la Famiglia Salesiana di domenica 21 giugno, nella Basilica di Maria Ausiliatrice. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

«O Signor Barone, voi dovete assolutamente salvarvi l’anima, ma voi dovete dare ai poveri tutto il vostro superfluo; quanto vi ha dato il Signore. Prego Dio che vi conceda questa grazia straordinaria. Spero che ci vedremo nella beata eternità. Pregate per la salvezza dell’anima mia». Così scrive Don Bosco in una sua lettera del gennaio 1888 al barone Feliciano Ricci des Ferres, nobile cattolico impegnato nel sociale, suo amico e benefattore. continua

0

banner-quadrato-expo

Inizia oggi un nuovo mese fitto di eventi in CASA DON BOSCO, iniziative che si svolgeranno all’interno del Padiglione nel quale sarà ancora in scena, fino al 9 luglio, la mostra “Vivere il presente, con le radici nel passato, proiettati nel futuro”, un’esposizione volta ad illustrare l’origine e lo sviluppo dell’Istituto della Figlie di Maria Ausiliatrice attraverso opere e figure significative. continua

0

banner-quadrato-expo

Oggi l’orientamento scolastico e professionale s’identificano come le attività fondamentali per supportare e coadiuvare i giovani nella scelta del proprio percorso formativo e di conseguenza professionale. Scegliere, ed essere in grado di farlo, è frutto di un processo di conoscenza di sé stessi e della realtà circostante che nasce dalla capacità e possibilità di rispondere a tre importanti domande: cosa so fare? cosa mi piace fare? quali sono le mie attitudini? continua

0

banner-quadrato-expo

Si terrà mercoledì 1 luglio la seconda delle otto giornate dedicate al mondo del volontariato organizzate da Ciessevi e Csv.net che vede la partecipazione dei giovani volontari di CASA DON BOSCO in Expo 2015. I volontari in Expo sono un fenomeno che non passa inosservato: oltre 12.000 giovani di un’età media di 27 anni, provenienti da Europa, Asia, Nord America, Sud America, Africa, Centro America ed Oceania  stanno mettendo a disposizione il proprio tempo e passione, sapendo di contribuire al bene comune. L’evento ha visto e vedrà la partecipazione di volontari provenienti dal padiglione Unione Europea, dei Volontari Expo, dei Volontari CASA DON BOSCO e di altri padiglioni. continua

0

Video di alcuni dei momenti che hanno caratterizzato l’Happening dei giovani e degli oratori organizzato nei giorni dal 19 al 22 giugno, per accogliere il Papa in visita a Torino. continua

0

Video integrali degli interventi del Rettor Maggiore e del Papa durante la visita alla Basilica di Maria Ausiliatrice, domenica 21 giugno. continua

0

Sintesi dell’intervento del Custode mons. Cesare Nosiglia
È stata un’ostensione tra le più partecipate e vissute dai pellegrini per intensità umana e spirituale. continua

0

In occasione della visita del Papa a Torino, delle celebrazioni per il bicentenario dalla nascita di San Giovanni Bosco e in coincidenza con la quinta visita guidata a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna, da sabato 20 giugno nella sede storica della Provincia di Torino – ora Città metropolitana – sono esposti testi, documenti originali ed immagini legati alla figura di San Giovanni Bosco, conservati nella Biblioteca di storia e cultura del Piemonte “Giuseppe Grosso”continua

0

banner-quadrato-expo

Continuano anche durante la stagione estiva le iniziative e gli eventi in programma presso il Padiglione CASA DON BOSCO in Expo 2015. Sono stati davvero molti i temi trattati presso il Padiglione, dallo sport quale strumento educativo e di riscatto, alla formazione e orientamento sino alla celebrazione del Giorno Mondiale dell’Exallievo. continua

0

Alleghiamo qui di seguito la registrazione audio dell’intervento di Papa Francesco per l’incontro nella Basilica di Maria Ausiliatrice con la famiglia salesiana, tenutosi oggi, domenica 21 giugno, alle ore 15.

 more

0

SALUTO DELLL’ARCIVESCOVO DI TORINO, MONS. CESARE NOSIGLIA, A PAPA FRANCESCO
(Torino, piazza Vittorio Veneto, 21 giugno 2015 ore 11,43)

Padre Santo, la Sua presenza in mezzo a noi è fonte di tanta gioia. L’abbiamo atteso per lunghi mesi, pregando e meditando la Sua Esortazione Apostolica Evangelii gaudium, per entrare in sintonia con il Suo cuore e il Suo insegnamento, che anche oggi ci sta offrendo con abbondanza.  continua

0

“Per noi salesiani e per la Famiglia Salesiana vedere il Pontefice a Valdocco è un motivo per ringraziare il Signore, ringraziare il Papa e allo stesso tempo è un momento, un’opportunità nuova di crescere in fedeltà al Signore, alla Chiesa e al nostro carisma, perché la sua presenza ci invita ad andare avanti in questo cammino di fedeltà”. Intervista a Don Ángel Fernández Artime, Rettor Maggiore dei Salesiani, sulla visita di Papa Francesco a Torino. continua

0

banner-quadrato-expo

E’ entrato nel vivo il secondo mese di attività ed eventi organizzati dal Padiglione CASA DON BOSCO in Expo 2015, dove le iniziative si sono contraddistinte per il forte respiro internazionale e culturale, affrontando temi e proponendo spunti di riflessione, su questioni di grande attualità che rappresentano un’opportunità di crescita e approfondimento per l’intera comunità. continua

0

DIREZIONE GENERALE OPERE DON BOSCO
Via della Pisana 1111 – 00163 Roma
Il Rettor Maggiore

AI MIEI CONFRATELLI SALESIANI SDB
E A TUTTA LA NOSTRA FAMIGLIA SALESIANA

LETTERA FAMILIARE

SALUTO

Miei cari confratelli SDB: ricevete il mio saluto personale, che mando a ciascuno di voi nelle vostre comunità, con tutto il mio affetto.
E pure voi, miei cari fratelli e sorelle della nostra Famiglia Salesiana nel mondo: ricevete con molto affetto il mio saluto, col desiderio che ho di potermi mettere in comunicazione con tutti voi. continua

0

banner-quadrato-expoAl via il secondo mese targato ExpoMilano2015, partito in CASA DON BOSCO all’insegna della gioia e della vitalità portata dalla carica dei rappresentanti CIOFS Scuola FMA che hanno dato vita a 9 giorni di festa, animati dallo spirito che contraddistingue gli animatori salesiani. Con quiz, laboratori, esibizioni di ballo e approfondimenti hanno coinvolto il pubblico di Expo facendolo sorridere e al contempo riflettere. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Anche don Bosco ha contemplato il volto dell’Uomo della Sindone assieme ai ragazzi del suo oratorio di Valdocco. La prima volta nel 1842, in occasione del matrimonio di Vittorio Emanuele II e Maria Adelaide nel 1842. La seconda volta nel 1868, per l’esposizione organizzata a ricordo del matrimonio di Umberto I con Margherita. I salesiani hanno ereditato, dal loro fondatore, questa attenzione per la Sindone approfondendone l’aspetto storico-scientifico, riconosciuto, a malincuore, da uno dei “nemici storici” della preziosa reliquia, Ulysse Chevalier, che disse: «I salesiani si sono fatti, malgrado la mia dissuasione, i propagatori della Sindone nei due mondi». continua

0

Concorso nazionale di produzioni giovanili audiovisive

Educare i giovani, energia per la vita – Videoracconti è un iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale CGS Cnos/Ciofs in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Parrocchie-Oratori – CISI, il Coordinamento Nazionale Comunicazione Sociale – CISI, e il Coordinamento Pastorale delle Figlie di Maria Ausiliatrice – CII.
Nasce con lo scopo di valorizzare e dare visibilità alla realizzazione di cortometraggi quale espressione della creatività giovanile; sarà presentata nel settembre 2015 nell’ambito delle manifestazioni promosse a Casa don Bosco all’Expo di Milano. continua

0

Hanno tutti un gran sorriso carico di gioia, allegria e speranza. Sono i cinquanta pellegrini speciali, senza tetto, malati, indigenti di Roma arrivati ieri a Torino negli Accueil dell’ospedale Maria Adelaide e del Cottolengo per venerare la Sindone. È il pellegrinaggio della parrocchia Santa Lucia di Roma, in piazzale Clodio, che ha scelto di portare davanti al Volto del Sofferente proprio i parrocchiani alle periferie, che dormono per le strade, sulle panchine. continua

0

Si è concluso da pochi giorni il primo mese di Expo, 31 giorni nei quali CASA DON BOSCO ha dimostrato di essere un punto di riferimento per affrontare e approfondire le tematiche inerenti l’educazione dei giovani. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Eccellenza! Sappia che Don Bosco è prete all’altare, prete in confessionale, prete in mezzo ai suoi giovani, e come è prete in Torino, così è prete a Firenze, prete nella casa del povero, prete nel palazzo del Re e dei ministri». L’«eccellenza» a cui il prete di Valdocco si rivolgeva nel 1866 era il presidente del Consiglio dei ministri del Regno d’Italia, Bettino Ricasoli. Era stato chiamato a impostare il processo di mediazione tra Santa Sede e Stato italiano sulle procedure per la nomina dei nuovi vescovi, a conferma della stima che godeva anche da parte di chi era schierato sul fronte opposto e conosceva bene il suo forte attaccamento al papa ma anche il suo senso civico. Uno dei suoi slogan preferiti, formare «buoni cristiani e onesti cittadini» era arrivato fin dentro le stanze della politica. E su questa base aveva impostato il suo speciale sistema educativo, aprendo scuole e laboratori per i ragazzi che la prima industrializzazione della città sabauda tendeva a sfruttare o a «scartare». continua

0

Dopo l’ondata di freschezza sprigionata in CASA DON BOSCO dalla tre giorni dedicata a Progetto Gelato, la Famiglia Salesiana ha dato spazio all’iniziativa “Nutriamo lo sport”, che ha visto protagonisti diversi atleti professionisti. Il 27 maggio è stata presentata l’iniziativa che si svolgerà a Cuneo “Giovani sport & solidarietà – 24 ore di sport”. Il cardinale salesiano Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga visitando Casa Don Bosco ha ricordato l’importanza di investire sui giovani. continua

0

Oltre 400 persone tra medici e operatori sanitari, fra cui numerosi religiosi, provenienti da tutta Italia e dall’estero hanno preso parte al Convegno internazionale di Pastorale della Salute che si è svolto dal 22 al 24 maggio al Centro Congressi del Santo Volto in occasione dell’Ostensione della Sindone.
«L’Amore che salva. Dal Volto del Sofferente ai volti della sofferenza». È il tema del convegno aperto il 22 maggio con il saluto dell’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia che ha invitato «ad uscire dalle proprie vite per andare incontro ai tanti volti sofferenti alle periferie esistenziali delle nostre città, a lasciarsi guardare dal Volto di Cristo per riconoscerlo e testimoniarlo nei fratelli più fragili». continua

0

Solennità di Pentecoste nel giorno dell’Ausiliatrice. Non poteva esserci occasione più solenne per celebrare la “Madonna di Don Bosco” nell’anno Bicentenario della sua nascita e dell’istituzione della Festa liturgica dell’Ausiliatrice. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Una delle attività più care a Don Bosco fu quella dell’editoria, a 360 gradi: dall’idea al prodotto finale, il libro stampato e confezionato da diffondere come “buona stampa”. I primi titoli pubblicati portano la sua firma: riscrivono la Bibbia per i ragazzi, propongono preghiere adatte a loro, narrano la storia di alcuni campioni della fede, spiegano il calcolo e la geometria per gli alunni delle sue scuole e affrontano i temi educativi o di grande attualità (la fortunata serie delle “Letture cattoliche” pubblicate fino ai nostri giorni dall’editrice Elledici). continua

1

I Comuni e le Parrocchie di Mathi e Nole, i Salesiani di Don Bosco, in collaborazione con GTT e la Città di Ciriè, con il Patrocinio della Regione Piemonte, sono lieti di invitarVi sabato 30 maggio 2015, nell’ambito dei festeggiamenti per il Bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, all’evento “In treno con don Bosco” in occasione della visita ufficiale di don Àngel Fernández Artime, X successore del santo e Rettor Maggiore dei Salesiani, ai paesi di Mathi e Nole, posti sul crocevia tra il Canavese e le Valli di Lanzo. Il suggestivo evento vuole ricordare i tanti viaggi che don Bosco fece sulla tratta ferroviaria Torino-Lanzo inaugurata alla sua presenza nel 1876. continua

0

Tra abbracci e sorrisi, come amici che si rivedono dopo molto tempo e che hanno molto da condividere, i presuli salesiani hanno iniziato nel tardo pomeriggio del 21 maggio il loro incontro. In spirito di comunione e fraternità, cardinali, arcivescovi e vescovi hanno ascoltato con attenzione il messaggio di benvenuto a loro destinato dal X Successore di Don Bosco, Don Ángel Fernández Artime. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Pregare insieme Maria, Ausiliatrice dei cristiani, e ravvivare in loro lo spirito salesiano in occasione del bicentenario della nascita di san Giovanni Bosco. Anche perché, essendo vissuti in Congregazione per diversi anni, la connotazione spirituale e pastorale salesiana deve rimanere in essi sempre ben chiara». Secondo don Francesco Cereda, vicario del rettor maggiore dei salesiani, sono questi i motivi fondanti delle cinque giornate che i vescovi e i cardinali salesiani vivranno sui luoghi di don Bosco da giovedì fino a domenica, giorno della festa di Maria Ausiliatrice.

Non è la prima volta che i vescovi salesiani sono convocati da ogni parte del mondo: nel 1988 in occasione del centenario della morte di don Bosco, nel 2001 per il giubileo dell’Anno Santo e nel 2010 per i centocinquant’anni dalla fondazione della Congregazione salesiana. Quest’anno, il rettor maggiore don Ángel Fernández Artime ha invitato i vescovi salesiani a vivere

momenti di comunione fraterna sui luoghi in cui il santo educatore dei giovani è nato e cresciuto.
Durante le giornate, i vescovi salesiani vivranno insieme al decimo successore di don Bosco e il suo Consiglio generale la preghiera e la lectio divina quotidiana, tavole rotonde di confronto su temi di attualità carismatica ed ecclesiale e faranno tappa presso il luogo natale di don Bosco, i Becchi di Castelnuovo Don Bosco (Asti). Vivranno inoltre la celebrazione

eucaristica alla Sindone e la solennità di Maria Ausiliatrice nell’omonima Basilica di Valdocco. L’aria di casa che i vescovi salesiani respireranno nei prossimi giorni sarà senz’altro rigenerante: “il carisma di don Bosco”, prosegue don Cereda, «aiuterà infatti i vescovi salesiani a offrire sempre un apporto specifico alle Chiese particolari in cui vivono. Essi, come religiosi, posso favorire la crescita della vita consacrata in tutte le sue forme, mentre per la fedeltà al Papa e alla Chiesa possono favorire una particolare attenzione all’Esortazione apostolica Evangelii gaudium. In virtù del loro essere salesiani, infine, possono avere un’attenzione privilegiata per i giovani e formare i presbiteri diocesani di domani ad una più solida spiritualità del secolo, quella che don Bosco stesso ha sperimentato nei suoi primi vent’anni da prete della diocesi di Torino».

Antonio Carriero
19 maggio 2015


0

La terza settimana in CASA DON BOSCO si è aperta con il documentario creativo “Senza Figli”, una pellicola nata con l’intento di raccontare, contestualizzandola ai giorni nostri, l’esperienza educativa salesiana partendo dall’itinerario educativo di Don Giovanni Bosco. Al termine della proiezione vi è stato un dibattito nel quale hanno preso parola Don Tarcisio Faoro – protagonista del documentario, Don Enrico Cassanelli e Fabizio Marini – autori del documentario. Don Tarcisio Faoro rappresenta una testimonianza importante e originale di quanto gli insegnamenti profusi da Don Bosco siano tutt’ora attuali: nel 1990 il sacerdote salesiano aprì a Firenze una casa famiglia che, nel corso degli anni, ha dato un forte sostegno a tanti minori in difficoltà facendogli ritrovare la speranza e una dimensione relazionale equilibrata. continua

0

Si apre giovedì 21 maggio l’Incontro dei Vescovi salesiani sui luoghi di Don Bosco nell’Anno Bicentenario della sua nascita. L’appuntamento, che si realizza attorno alla festa di Maria Ausiliatrice, sarà un’occasione di scambio, condivisione e arricchimento reciproco, ma anche un’esperienza spirituale e carismatica per i vescovi salesiani partecipanti e per il Consiglio Generale della Congregazione. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

L’educazione e l’evangelizzazione non erano che un punto di partenza. Perché anche il lavoro che i suoi ragazzi avrebbero intrapreso dopo un tempo di praticantato nei laboratori di Valdocco, costituiva per Don Bosco un’urgenza di primo ordine. continua

1

“Nutriamo lo Sport. E giochiamo di squadra per un futuro migliore”

Nutrire, alimentare, far crescere lo sport e l’attività sportiva è da sempre tra i pilastri delle attività salesiane. Trasmettere il concetto di squadra per crescere insieme, educare al buon cibo per lo sport e al contempo educare al cibo dei piccoli produttori, sono alcune delle tematiche al centro del dibattito che il PGS, Polisportive Giovanili Salesiane, porterà all’Expo di Milano, in Casa Don Bosco, il 21 maggiocontinua

0

Arte, comunicazione, famiglia e impresa: sono queste le quattro parole chiave riconducibili alla seconda settimana di vita in CASA DON BOSCO. Sette giorni durante i quali il “metodo educativo” è stato, e sarà, il vero protagonista, affrontato sotto diversi punti di vista così da avere una visione globale del suo immenso significato. continua

3

Domani, giovedì 14 maggio 2015, alle ore 17.45, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella arriverà in visita alla Basilica di Maria Ausiliatrice. Ad accoglierlo ci saranno il Vicario del Rettor Maggiore, don Francesco Cereda, e l’Ispettore dei Salesiani del Piemonte e Valle d’Aosta, don Enrico Stasi.  continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Educare i giovani non è mai stato facile. Neppure oggi. Bisogna fare i conti con personalità che si sentono già abbastanza mature da decidere della propria vita e del proprio comportamento. La cronaca delle decine di black bloc che devastano negozi e auto ne è una tragica conferma. Non è facile incanalare quell’”energia per la vita” che è propria dei giovani. Su questo tema ha aperto i battenti “Casa Don Bosco” all’Expo di Milano. continua

0

Per celebrare il Bicentenario della nascita di Don Bosco il prossimo 19 maggio le Poste Italiane e le Poste Vaticane emetteranno due francobolli dedicati al Santo dei Giovani, in quella che viene considerata una emissione congiunta tra i due Stati. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Senza “amorevolezza”, Don Bosco, oggi lo ricorderemmo soltanto come uno tra i tanti educatori che si sono affacciati nella storia della pedagogia italiana senza però lasciare un’orma significativa da ricalcare. continua

0

logo-gttIn occasione del bicentenario della nascita di Don Bosco è possibile recarsi, al sabato e nei giorni festivi, da Torino al Colle Don Bosco con i mezzi pubblici sino al 16 agosto. continua

2

Carissimi giovani delle PGS,

avrei tanto desiderato essere con voi per condividere la gioia di un’esperienza bella e importante quale la XXVI edizione dei Giochi della Gioventù Salesiana. Vi raggiungo con questo messaggio augurandovi una felice esperienza che prevede un programma molto ricco e interessante. continua

4

Cari ragazzi e ragazze,
cari Salesiani e care Figlie di Maria Ausiliatrice

con piacere accolgo la vostra presenza a Torino nell’anno del bicentenario della nascita di don Bosco per celebrare la XXVI edizione dei Giochi Internazionali della Gioventù Salesiana, organizzati da PGS International. continua

3
Giochi Internazionali della Gioventù Salesiana: dal 29 aprile al 4 maggio la Città di Torino ospiterà la XXVI edizione

1200 atleti provenienti da tutta Europa arrivano nel capoluogo piemontese, che quest’anno è protagonista di importanti eventi sportivi e religiosi continua

0

Per tre ragioni è un’edizione speciale quella del IX Concorso Nazionale dei Capolavori dei Settori Professionali organizzato dal Centro Nazionale Opere Salesiane – Formazione e Aggiornamento Professionale (CNOS-FAP): rientra nel programma del Bicentenario della nascita di Don Bosco; invece che disseminate in tutto il territorio nazionale, per l’anno dell’EXPO di Milano le gare sono concentrate nel territorio lombardo; i giovani partecipanti incontreranno le aziende della giuria proprio nello spazio di EXPO. Qui avranno anchel’occasione di entrare nel padiglione “Casa Don Bosco” luogo deputato ad approfondire il tema “educare i giovani, energia per la vita”. continua

0

Il buio non fa paura quando il cammino è illuminato dall’amore. La Notte bianca della fede, organizzata il 24 aprile a Torino da Turin for Young 2015 in collaborazione con l’Arcidiocesi di Milano, ha chiamato a raccolta a Torino oltre 6 mila giovani, di cui 3200 dalla Lombardia. Ragazzi che hanno voluto con la propria presenza sfidare la notte e tenere in scacco le tenebre, grazie alle luci sprigionate dall’esempio di Don Bosco e dei santi sociali torinesi e soprattutto dalla Sindone, meta finale della camminata notturna. continua

0
Programma dell’Happening

 continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Nel mondo di oggi – evangelizzare – da adulti». È stato questo lo slogan che nella sua ultima stagione ha caratterizzato Evangelizzare!, la rivista che per 43 anni ha accompagnato la formazione degli educatori impegnati nella catechesi e nella formazione dei giovani e degli adulti. continua

0

“L’amore più grande” è il motto che accompagna l’Ostensione della Sacra Sindone, e che ha dato inizio all’ostensione al pubblico, domenica scorsa 19 aprile, o in una celebrazione presieduta dall’Arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosigliacontinua

0

«Il mondo ha bisogno di Amore più grande! L’Amore che vince sul male e che porta riconciliazione; più forte delle avversità e delle difficoltà». Oggi in occasione dell’anteprima dell’Ostensione 2015, a cui hanno partecipato autorità ecclesiali e civili, promotori, sostenitori e giornalisti, l’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia, Custode pontificio della Sindone, davanti al sacro Telo, ha sottolineato quanto la Sindone sia un forte segno di speranza.
 more

1

L’educazione è cosa del cuore 

e le chiavi del cuore le possiede solo Dio

L’esposizione vuole introdurre il visitatore  in una tipica “esperienza educativo-evangelizzatrice” – quella salesiana –  caratterizzata dall’esperienza dell’oratorio, cortile per incontrarsi da amici, scuola che avvia alla vita, parrocchia che evangelizza.
 continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

L’Anno giubilare indetto dal Papa dedicato alla misericordia sarà un’occasione di riflessione per la Famiglia salesiana. A lui, infatti, i suoi figli e figlie spirituali riconoscono la grande capacità di essere stato un diffusore della misericordia di Dio verso i giovani che il santo educatore accoglieva nel suo oratorio.  continua

0

In concomitanza con il primo anniversario dell’elezione a Rettor Maggiore, e ormai alle soglie della Settimana Santa, il X Successore di Don Bosco, Don Ángel Fernández Artime, invia a tutti i Salesiani un nuovo video-messaggio della rubrica trimestrale “Cari Confratelli”. continua

0

Prosegue il cammino di preparazione e avvicinamento al VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice (Torino – Colle Don Bosco 6-9 agosto 2015), evento centrale della Famiglia Salesiana. Grazie alla Provvidenza e alla disponibilità di tante persone e gruppi, che stanno dando il loro contributo per la riuscita della manifestazione, le attività procedono come da programma. E in considerazione delle molte richieste, è stata prorogata la data per iscriversi. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Una felice coincidenza, il bicentenario della nascita di san Giovanni Bosco e l’Esposizione universale di Milano. Il santo dei giovani sapeva quanto era importante partecipare ad alcuni eventi organizzati sul territorio piemontese perché avrebbero dato visibilità ai suoi ragazzi, altrimenti conosciuti come gli “scarti” della Torino industrializzata. continua

0

(ANS – Roma) – L’Associazione Genitori Scuole Cattoliche (AGeSC) ha deciso di assegnare il “Premio Macchi” 2015 a Don Ángel Fernández Artime, Rettor Maggiore, in rappresentanza dell’intera Congregazione Salesiana. continua

0

In questo articolo sono raccolti i contenuti del Convegno Internazionale di Pedagogia Salesiana in forma di testi, video e citazioni dagli interventi, tutti suddivisi nelle tre giornate. continua

0

Ha preso il 19 marzo, il Convengo Internazionale di Pedagogia Salesiana, che con i suoi circa 300 partecipanti provenienti da tutto il mondo mira ad essere “un’occasione importante per ringraziare il Padre per la passione educativa e la dedizione di tanti che dedicano la loro vita ai ragazzi più bisognosi”, come ha detto nel saluto iniziale il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime. continua

0
Il sito della Famiglia Salesiana a EXPO2015 è online

(Milano, 20 marzo 2015) – Il sito della Famiglia Salesiana ad Expo Milano 2015 – http://www.expodonbosco2015.org/site/it – è online. Servirà a condividere l’esperienza della Famiglia Salesiana e il suo motto per l’Expo: “Educare i giovani, energia per la vita”. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Il 5 marzo di quest’anno, per la terza volta don Bosco è «entrato» nel Palazzo di Vetro dell’Onu, a New York, sullo sfondo del «Da mihi animas» (“Dammi le anime”), il canto che riassume il suo motto educativo.  continua

0

Avrà luogo a Roma, dal 19 al 21 marzo 2015, il Convegno Internazionale di Pedagogia Salesiana “Con Don Bosco, educatori dei giovani nel nostro tempo”, uno dei grandi appuntamenti di quest’Anno Bicentenario. In preparazione a quell’evento vi proponiamo un’intervesta audio a don Vito Orlando, SDB, Vicerettore dell’Università Pontificia Salesiana, coordinatore del convegno continua

0

(ANS – New York) – “Da Mihi Animas”, il canto per il Bicentenario della nascita di Don Bosco, risuonava in sottofondo mentre Ambasciatori, membri di delegazioni delle Nazioni Unite, salesiani, studenti e collaboratori, rappresentanti delle organizzazioni della società civile e leader religiosi e laici facevano il loro ingresso nella Sala 4 della sede delle Nazioni Unite a New York, lo scorso 5 marzo. Erano lì per partecipare ad una celebrazione di omaggio al carisma salesiano, in occasione dell’Anno Bicentenario. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm

Un maestro è importante se sa creare discepoli. Un cristiano è grande se genera dei santi. Tra quanti hanno suscitato ammirazione e imitazione c’è Don Bosco, il fondatore dei salesiani. Pensando a lui, uomini e donne, giovani e adulti, consacrati e laici, vescovi e missionari hanno riscritto il “Vangelo… secondo Giovanni Bosco”, pensando ai ragazzi e ai giovani più poveri. Molti di questi suoi “imitatori” sono entrati in un’interessante pubblicazione, “Come stelle nel cielo. Figure di santità in compagnia di Don Bosco”, curata da don Pierluigi Cameroni. continua

0

«L’amore più grande», tema proposto dall’Arcivescovo per l’anno pastorale 2014-2015, sarà associato ad un’immagine che ne richiamerà la profondità spirituale e la dimensione educativa.
Martedì 3 marzo, alle ore 21, presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi a Torino, proprio Mons. Cesare Nosiglia ha benedetto un’icona «scritta» appositamente per invitare i giovani e le loro comunità alla contemplazione dell’amore più grande. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cmTre lettere moltiplicate per migliaia di giovani in arrivo a Torino per fare festa a don Bosco: Sym, cioè Salesian youth movement (Movimento giovanile salesiano). Partiranno da 132 Paesi, quelli in cui sono presenti i salesiani con scuole, oratori, parrocchie e invaderanno i cortili di Valdocco e il piazzale del Colle don Bosco di Castelnuovo Don Bosco di Asti il prossimo 15 agosto, festa dell’Assunta. Si confronteranno sul tema della strenna proposta da don Ángel Artime, decimo successore del santo dei giovani: “Come don Bosco con i giovani e per i giovani”. continua

0

I volontari di SYMdonbosco2015 sono giovani che mettono in gioco se stessi e offrono il loro tempo e la loro sensibilità a servizio dei partecipanti all’evento di agosto nell’ambito del Bicentenario di Don Bosco. continua

0

Figure di santità in compagnia di don Bosco

La celebrazione del Bicentenario della nascita di don Bosco è occasione favorevole per approfondire e diffondere la sua esperienza spirituale, fiorita in ricchissimi e diversissimi frutti di santità. Da don Bosco fino ai nostri giorni riconosciamo una tradizione di santità a cui merita dare attenzione perché incarnazione del carisma che da lui ha avuto origine e si è espresso in una pluralità di stati di vita e di forme. Si tratta di uomini e donne, giovani e adulti, consacrati e laici, vescovi e missionari che in contesti storici, culturali, sociali diversi nel tempo e nello spazio hanno fatto brillare di luce singolare il carisma salesiano, rappresentando un patrimonio che svolge un ruolo efficace nella vita e nella comunità dei credenti e per gli uomini di buona volontà. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cmL’educazione e l’evangelizzazione corrono oggi anche nell’ambiente digitale, una realtà in cui sono coinvolti anche i salesiani di don Bosco. Come possono svolgere al meglio questa loro missione? Ne abbiamo parlato con Chiara Giaccardi, ordinario di sociologia e antropologia dei media alla Cattolica di Milano. «Credo che occorra mantenere anche in questo ambiente lo stile educativo di don Bosco, il quale viveva lo stare con i giovani come una festa, sapendo che uno sguardo privo di amore fa più male di uno schiaffo e che per educare bisogna amare», afferma la professoressa. «Prima di qualsiasi “ricetta” è indispensabile curare una relazione accogliente». continua

0

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
PER LA XXX GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ

2015

«Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio» (Mt 5, 8)

 

Cari giovani,

continuiamo il nostro pellegrinaggio spirituale verso Cracovia, dove nel luglio 2016 si terrà la prossima edizione internazionale della Giornata Mondiale della Gioventù. Come guida del nostro cammino abbiamo scelto le Beatitudini evangeliche. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cmUno dei «pezzi forti» del Colle don Bosco, il luogo in cui è nato 200 anni fa il santo dei giovani, è sicuramente il museo etnologico missionario. Un percorso affascinante, fatto di vetrine, ricostruzioni, bacheche e vetrofanie, dove rivivono le tradizioni e l’arte dei cinque continenti. Sono esposti oggetti preziosi, animali imbalsamati, collezioni di farfalle, strumenti musicali, armi da caccia, foto e documenti originali provenienti dalle missioni salesiane sparse in tutto il mondo. continua

0

Era nell’aria. In questi mesi la voce circolava e se n’è parlato in diversi raduni nazionale e mondiali. Ma veder iniziare i lavori è altra cosa: è come un punto fermo, una certezza, un passo in avanti senza ritorno. Finalmente, dopo tante attese e rinvii, la ditta Rigamonti, che è la principale ditta costruttrice, è entrata in cantiere e ha iniziato i lavori. Detta così sembra facile, poche e semplici azioni: decidere, radunare gli operai, mettere in moto i mezzi e andare. Invece, si è partiti da lontano, mesi prima. continua

0

Venerdi’ 23 gennaio è stata inaugurata la mostra “Nature domestiche. Un senso nuovo per gli oggetti del Museo Etnologico Missionario di Colle Don Bosco” continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cm«Saremo onorati di consegnarle il Global Educational Award per un mito dei giovani come don Bosco» scrive in una lettera il cavalier Paolo Alberti indirizzata a don Francesco Cereda, vicario generale del rettor maggiore dei salesiani, annunciando che il prestigioso premio mondiale dell’educazione, quest’anno, sarà attribuito a san Giovanni Bosco. «Ringrazio tutta la Congregazione dei salesiani ed in particolare don Ángel Fernández Artime e l’Istituto universitario salesiano di Torino Rebaudengo per la collaborazione» continua il presidente del Gef (Global Educational Festival). continua

0

Sono raccolti in questa pagina le registrazioni video dei principali interventi degli ospiti alla Celebrazione Nazionale del Bicentenario al Teatro Regio di Torino il 24 gennaio 2015. continua

0

3 febbraio 2015

COMUNICATO STAMPA della conferenza stampa con mons. Nosiglia, Elide Tisi, Maurizio Baradello continua

0

Il Comitato GEF ha assegnato il prestigioso Global Education Award 2015 della XVII edizione del GEF – Festival Mondiale di Creatività nella Scuola a San Giovanni Bosco per il suo impegno di promozione della espressione creativa giovanile, che egli ha realizzato durante la sua vita proprio nell’anno bicentenario della sua nascita. continua

0

A motivo della Festa di Don Bosco
«SCRIVO A VOI, GIOVANI, PERCHÉ SIETE FORTI E LA PAROLA DI DIO DIMORA IN VOI» (1 Gv, 2,14)
 continua

1

Nel pomeriggio, all’insegna del calore e dell’entusiasmo tipico della famiglia salesiana, la celebrazione civile per il bicentenario della nascita di don Bosco si è svolta al Teatro Regio di Torino con un incontro tra il Rettor Maggiore dei salesiani don Ángel Fernández Artime, le autorità cittadine, civili, militari, religiose e i giornalisti. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cmIl Bicentenario della nascita di don Bosco ha risvegliato l’interesse artistico su questo santo “evergreen” (sempre verde), come dimostra un’ultima e originale opera in sonetti della poetessa Paola Lucarini (“Sull’onda della gioia”, Nemapress, Alghero 2015). continua

0

Nella prestigiosa cornice del Teatro Regio si è svolta sabato 24 gennaio 2015 la Celebrazione Civile Nazionale del Bicentenario della nascita di Don Bosco, il Rettor Maggiore dei salesiani don Ángel Fernández Artime e la Madre Generale suor Yvonne Reungoat, in un clima di festa e riconoscenza hanno incontrato le autorità civili e religiose del Piemonte insieme con i rappresentanti della famiglia salesiana di tutta Italia e i numerosi amici del Santo dei giovani. continua

1

Nel giorno dedicato a San Francesco di Sales la famiglia salesiana si ritrova per festeggiare il suo fondatore. Il cortile della Casa Madre di Valdocco e la Basilica di Maria Ausiliatrice si affollano fin dal mattino, in attesa della solenne celebrazione eucaristica, presieduta dal Rettor Maggiore Don Angel Fernandez Artime. continua

0

Stiamo raccogliendo per voi gli spartiti degli inni e le canzoni dedicate a San Giovanni Bosco che in questo anno speciale stanno nascendo. Sono state cortesemente rese disponibili per poter essere cantate e suonate da tutti coloro che vorranno usarle nelle proprie celebrazioni. continua

0

Ricordiamo l’appuntamento con la Celebrazione Civile del Bicentenario per il 24 gennaio, al Teatro Regio di Torino, e comunichiamo un aggiornamento sull’orario di inizio dell’evento che sarà per le ore 15.30. continua

0

Tra meno di 100 giorni verrà inaugurata l’Esposizione Universale Milano 2015 (Expo 2015). La Famiglia Salesiana, con il Don Bosco Network e il Volontariato Internazionale per lo Sviluppo (VIS), è tra le 13 organizzazioni della società civile partecipanti a quest’evento, a cui sono attesi circa 20 milioni di visitatori. Un’occasione unica per richiamare l’attenzione del mondo sui giovani, seguendo il tema “EDUCARE I GIOVANI, ENERGIA PER LA VITA”. continua

0

Logo-Avvenire-fascia-7cmL’anno di Bosco porta con sé molte sorprese. L’ultima arriva da monsignor Marco Frisina, apprezzato compositore di canti per le celebrazioni liturgiche e di numerose colonne sonore di film a tema storico e religioso, tra i quali quella di “Don Bosco” (2004) di Lodovico Gasparini, divenuta il “leitmotiv” preferito dei salesiani. continua

0

Si dovrebbe iniziare a parlare di spiritualità “boschiana”», suggerisce don Giuseppe Buccellato nel suo ultimo libro che, non ha caso, ha intitolato La spiritualità di don Bosco continua

0

Comunicato stampa aggiornato

Con l’inizio del 2015 si è entrati di fatto nel cuore del Bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, fondatore della Congregazione Salesiana. La ricorrenza verrà ricordata con numerosi eventi in tutto il mondo e in alcuni particolari momenti sul territorio italiano.

Il 24 gennaio 2015 a Torino si terrà la Commemorazione ​Civile Nazionale del Santo, che si articolerà in due momenti: continua

0

Anche se “vedeva” lontano, don Bosco non poteva immaginare che il colloquio con Bartolomeo Garelli, nella sacrestia della chiesa di San Francesco a Torino, avrebbe inaugurato la sua vita con i giovani. Era il 1841. continua

0

Si svolgeranno a partire da giovedì 15 gennaio, le XXXIII Giornate di Spiritualità della Famiglia Salesiana (GSFS), appuntamento ormai tradizionale che rappresenta un momento di comunione, di riflessione e di condivisione, durante il quale si intende approfondire specificamente il contenuto della Strenna del Rettor Maggiore. continua

0

“Come Don Bosco, con i giovani, per i giovani”: ha il sapore di un ritorno all’essenza del carisma salesiano il motto della prima Strenna di Don Ángel Fernández Artime come Rettor Maggiore. Oggi, 27 dicembre, il senso pieno di questo dono che viene fatto a tutta la Famiglia Salesiana è stato svelato, durante la presentazione della Strenna, avvenuta presso la Casa Generalizia delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), a Roma. continua

1

SYM Don Bosco 2015 è un importante momento di confronto, preghiera e di incontro per tutti i giovani del mondo nella città natale del nostro Santo! continua

0

Parla don Enrico Stasi, superiore dei salesiani di Piemonte-Valle d’Aosta e Lituania che ha la responsabilità della custodia dei luoghi legati al fondatore. continua

0

Papa Francesco presiederà la concelebrazione eucaristica a Torino, il prossimo 21 giugno, in piazza Vittorio. È l’indicazione unanime emersa dall’incontro tenutosi oggi in Arcivescovado tra i membri dell’Assemblea del Comitato, l’organismo che raccoglie i «soci promotori» dell’ostensione della Sindone. continua

0

Alla mostra «Sand Nativity» di Jesolo due opere realizzate da artisti stranieri e dedicate all’apostolo dell’educazione dei giovani. continua

0

La terra argentina, secondo il rettor maggiore dei salesiani, «non può essere spiegata con onestà intellettuale se non va di pari passo con i salesiani e le suore figlie di Maria Ausiliatrice», che per primi, da italiani, raggiunsero la Patagonia nel 1879. continua

0

“Saluto ai partecipanti al Congresso”

Don Francesco Cereda, sdb

Carissimi Rettor Maggiore e Madre Generale,
Membri della Famiglia Salesiana,
Confratelli SDB e Consorelle FMA,
Partecipanti al Congresso Storico Internazionale  continua

0

Preparato da un evento di notevole significato politico nazionale, come la conferenza tenutasi il 18 novembre nel palazzo del Parlamento a Montecitorio, si apre oggi al Salesianum di Roma la tre giorni del Congresso Storico Salesiano internazionale sul tema “Sviluppo del carisma di don Bosco fino a metà del secolo XX”.  continua

0

“La Nazione Argentina non può essere spiegata con onestà intellettuale, soprattutto in Patagonia, se non va di pari passo alla presenza dei Figli e delle Figlie di Don Bosco, questo gigante italiano piemontese che lo Stato argentino e la Chiesa riconoscono come patrono della Patagonia”. Con queste parole, Don Ángel Fernández Artime, Rettor Maggiore, ha concluso l’evento svoltosi ieri, 18 novembre, nella sala Aldo Moro del Parlamento italiano (Montecitorio), dove diversi oratori hanno evidenziato la missione dei pionieri salesiani italiani in Patagonia e Terra del Fuoco. continua

0

Il tema dell’incontro di Roma è approfondire lo sviluppo del carisma del fondatore. Don Cereda: attirati ancora oggi dalle sue intuizioni. continua

1

Nell’ambito degli eventi del bicentenario della nascita di don Bosco, ufficialmente riconosciuto dal Comitato storico-scientifico per gli anniversari di interesse nazionale, ed in preparazione al Congresso internazionale di storia salesiana di (Roma, 19-22 novembre 2014) è stata organizzata la conferenza dal tema:

Italiani alla fine del mondo: Missionari salesiani pionieri in Patagonia e Terra del Fuoco

 continua

0

Bergoglio, che sarà a Torino il 21 giugno, conobbe il carisma salesiano 60 anni fa frequentando una parrocchia nella sua Buenos Aires.

L’annuncio è arrivato mercoledì scorso, durante l’udienza generale: Francesco tornerànella terra dei suoi padri da Papa il 21 giugno 2015. Ad “attenderlo”, la Sindone e Don Bosco, due icone “piemontesi” che parlano a tutto il mondo dell’uomo dei dolori e del Santo dei giovani. E il mondo, in occasione dell’ostensione del Sacro Telo, si darà appuntamento per oltre due mesi a Torino. Almeno due milioni di pellegrini rivivranno forti emozioni davanti al volto trasfigurato dal dolore e la passione educativa del prete dei ragazzi di strada e dei piccoli schiavi sfruttati nei cantieri e nei mercati della città. continua

0

Estratto video della proclamazione ufficiale della visita a Torino per il 21 giugno 2015continua

0

Scrive direttamente da Roma l’Arcivescovo di Torino
S.E.R. Mons. Cesare Nosiglia

nosiglia-web-1L’annuncio fatto direttamente dal Papa nell’udienza generale di mercoledì 5 novembre della sua visita a Torino il 21 giugno 2015, riempie il nostro cuore di gioia e di riconoscenza. Il Papa viene pellegrino di fede e di amore per due ragioni che lui stesso ha sottolineato: per contemplare e pregare davanti alla Sindone, il sacro Telo che secondo la tradizione ha avvolto il corpo del Signore nella sepoltura dopo la sua morte, e che sarà esposta dal 19 aprile al 24 giugno nel Duomo di Torino. Come i suoi predecessori anche Papa Francesco conferma così quella devozione alla Sindone che accomuna milioni di persone e di pellegrini i quali riconoscono in essa il mistero della Passione e morte del Signore, rinnovando dunque la fede
in Lui, fonte di salvezza e di riconciliazione di tutti gli uomini.
L’altro motivo per cui Papa Francesco viene a Torino è la ricorrenza dei 200 anni dalla nascita di san Giovanni Bosco, padre, maestro e amico dei giovani, che rappresenta anche oggi un testimone esemplare di educatore nella fede e nell’amore per la gioventù di tutto il mondo.
La visita del Papa è un grande dono per la nostra Chiesa di Torino e per le altre diocesi del Piemonte e della Valle d’Aosta perché ci sprona a procedere uniti per rinnovare le nostre Chiese secondo le indicazioni che il Papa stesso presenta nella “Evangelii gaudium” e che farà risuonare certamente nel corso della sua visita: una Chiesa in uscita, povera e serva dei poveri, accogliente e vicina alla gente che soffre per problemi morali, spirituali e sociali; missionaria del Vangelo in ogni ambiente e ambito di vita delle persone.

Questa visita di Papa Francesco avviene in un tempo in cui la  nostra regione e città soffrono per una situazione economica e sociale di
grande difficoltà a causa della mancanza di lavoro e di altre pesanti condizioni di povertà che colpiscono famiglie, anziani e giovani. La venuta del Papa è dunque un segno di grande speranza e incoraggiamento per ritrovare nelle radici cristiane della fede e della fraternità,
così bene testimoniate dall’esempio dei nostri santi e beati, la comune volontà di lottare sulle vie della ripresa morale e sociale del nostro territorio.

Infine la visita di Papa Francesco è anche un segno di quell’affetto e vicinanza che fin dall’inizio del suo servizio apostolico ha sempre
manifestato verso la terra piemontese che ha dato i natali alla sua famiglia. Per questo invito la diocesi di Torino e le comunità del territorio regionale a prepararsi a questo incontro col Papa nella preghiera, e ad accoglierlo in quel giorno lasciandosi abbracciare da un pastore che non fa mistero di richiamare e ricordare la sua origine piemontese.

Invito tutte le parrocchie, i monasteri e le comunità religiose e di vita contemplativa di rivolgere nel corso delle Sante Messe di
domenica 9 novembre 2014 una particolare preghiera di ringraziamento al Signore per la visita del Santo Padre il prossimo 21 giugno.
Raccomando inoltre alle 12 sempre della prossima domenica di suonare le campane in segno di riconoscenza  per questo grande dono alla
nostra chiesa particolare di Torino.

Benvenuto Papa Francesco. E <<cerea>>!

+ Cesare NOSIGLIA

Arcivescovo metropolita
di Torino Custode pontificio della Sindone

Roma, 5 novembre 2014

0

(ANS – Città del Vaticano) – “Sono lieto di annunciare che, a Dio piacendo, il 21 giugno prossimo, mi recherò in pellegrinaggio a Torino per venerare la Sacra Sindone e onorare San Giovanni Bosco, nella ricorrenza bicentenaria della sua nascita”. Ad annunciarlo ai fedeli, al termine dell’udienza generale di oggi, 5 novembre, è stato direttamente Papa Francesco. Sempre stamattina, nella Sala Stampa della Santa Sede, si è svolta una conferenza stampa sullo stesso tema. continua

0

(ANS – Roma) Il VII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, promosso dall’Associazione di Maria Ausiliatrice (ADMA), è un evento di tutta la Famiglia Salesiana e si terrà a Torino e al Colle don Bosco dal 6 al 9 agosto 2015. Si inserisce provvidenzialmente nell’anno in cui si celebra il Bicentenario della nascita di Don Bosco e in cui la Chiesa dedica una particolare attenzione alle sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione. continua

0

“Che significa per te stare tra i giovani? Come è la tua esperienza tra i giovani?” Sono le domande che lancia il Rettor Maggiore dei Salesiani, Don Ángel Fernández Artime, a tutti i membri della Famiglia Salesiana che desiderano inviare un loro video raccontando le rispettive esperienze. continua

0

Rimini, 5 settembre 2014

Caro Alberto,
te lo devo proprio dire: sei un vero campione. Giovane cristiano impegnato, allegro e sportivo, appassionato delle cose belle della vita, sei stato guardato dall’Amore – quello con l’A maiuscola – e lo hai riamato con tutte le fibre del tuo cuore, lo hai bramato “a pelle” con tutte le cellule del tuo corpo. Ecco, questa cosa mi premeva dirtela, e subito. continua

0

“Carissimi, veramente credo che sia un giorno bellissimo… Le prime parole sono per voi giovani: dobbiamo sapere che l’inizio della nostra famiglia salesiana, della Congregazione Salesiana e dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, è un inizio missionario dal primo momento.” (RM – discorso di apertura presso il Teatro Grande di Valdocco) continua

0

Nella giornata di Sabato 27 Settembre, all’interno del significativo contesto della 145a spedizione missionaria, si sono ritrovati al Colle Don Bosco un nutrito gruppo di giovani provenienti dalle diverse parti d’Italia e uniti dall’afflato missionario che sempre ha animato San Giovanni Bosco, oltre che, per molti di loro, dalla comune esperienza estiva presso comunità salesiane in terra di missione. continua

0

Il Bicentenario è stato ufficialmente aperto dal Rettor Maggiore Don Ángel Artime. continua

0

Una cornice naturale suggestiva, immersi tra le dolci colline del Monferrato, la presenza premurosa di Maria rappresentata dalla Madonna della Cintura, il calore della fede dei concittadini di Don Bosco radunati intorno al suo successore: questa è l’apertura del Bicentenario che vedrà il suo culmine nella giornata del 16 al Colle Don Bosco.
 continua