"Un anno con Alberto"

10° anniversario della Beatificazione di Alberto Marvelli

– Rimini –

Apertura > 5 ottobre 2014

marvelli-10

«Un anno con Alberto»
(5.10.2014 – 5.10.2015)

A 10 anni dalla Beatificazione di Alberto Marvelli

marvelli-1Il giovane Alberto Marvelli (1918-1946), ingegnere e assessore di Rimini scomparso a soli 28 anni, è una delle figure più luminose del dopoguerra riminese e del cattolicesimo italiano. Il 5 settembre 2004 Giovanni Paolo II lo proclama beato, evento di grande prestigio per la Chiesa e per il territorio riminese, indicandolo ai giovani quale modello di impegno laicale.

In occasione del X Anniversario di tale evento, la Diocesi di Rimini, rappresentata dal Centro documentazione “A. Marvelli”, intende dedicare un intero anno alla riscoperta della sua figura, trasformando la commemorazione in occasione di evangelizzazione e di educazione umana e civile, rivolta soprattutto alle giovani generazioni, che non conoscono la testimonianza di vita del giovane ingegnere. Il modo migliore per essere grati a Dio e alla Chiesa per averci donato un nuovo beato non è forse quello di annunciare Cristo risorto nel volto dei santi?

La città di Rimini lo ha onorato con la dedicazione di una piazza (già P.zza Tripoli), una lapide in Municipio e una sala nella sede della Provincia; a lui è intitolato l’Istituto Comprensivo statale di Covignano e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose; associazioni, oratori e gruppi giovanili a Rimini, in Italia e nel mondo, portano oggi il suo nome.

Nel X Anniversario della beatificazione si vorrebbe mostrare il beato Marvelli nei luoghi in cui è vissuto (la piazza, la spiaggia, la scuola, la parrocchia) e negli obiettivi per cui ha lottato (la fede in Cristo, la dignità umana, la pace, l’amicizia, la cultura, il lavoro, il diritto). Un Anniversario lungo un anno per fargli come “riprendere possesso” della sua città e della sua Chiesa con la sua azione e intercessione e con la sua testimonianza di vita e di fede.marvelli-17

Uomo di profonda interiorità e di instancabile vitalità, Alberto insegna che è possibile vivere con la «passione delle altezze» anche nel buio della sofferenza e della crisi economica, etica e politica. Una testimonianza di vita e di cittadinanza con cui gli italiani non possono oggi non misurarsi.

L’evento vede il Patrocinio del Pontificio Consiglio dei Laici, dell’Azione Cattolica Italina, dei Salesiani d’Italia, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dell’Alma Mater Studiorum di Bologna, dei Comune di Ferrara e di Rovigo in cui Alberto è nato e vissuto, della Regione Emilia Romagna, della Provincia e del Comune di Rimini, oltre che di numerosi Comuni della Provincia di Rimini.

Papa Francesco, attraverso la Penitenzieria Apostolica, ha concesso l’Anno giubilare (5.10.2014/2015), la sua personale Benedizione (Benedizione papale) e l’Indulgenza plenaria, che può riceversi nelle Parrocchie di S. Agostino (tomba) e S. Maria Ausiliatrice (salesiani, parrocchia di Alberto)

marvelli-19

Eventi in programma

2014

1-31 ottobre – Alberto Marvelli al Mese per le famiglie: “Un Ponte nella città” con Mostra permanenteIl cammino spirituale di un laico cattolico” (Centro Famiglie, Rimini).

7-31 ottobre – Mostra Vivere salendo (Palazzo dell’Arengo, Rimini) (orario visite: 10,00-12,30,  16,00-19,30.  Lunedì chiuso).

15 ottobre – Bando di Concorso al Premio “A. Marvelli” per saggi e tesi di laurea

11 ottobre – Educare alla responsabilità i nostri figli (per bambini e genitori) (ore 16.00, Centro Famiglie, Rimini). Incontro con la psicoterapeuta Elisa Lucchi e lettura dell’E-book per bambini Il mio amico Alberto.

20-25 ottobre – Venerazione delle Reliquie del beato Alberto Marvelli (Oratorio San Giovannino, Rimini, ore 16-19).

24 ottobre – Presentazione del volume “Volare nel sole. Alberto Marvelli e la gioia di educare” di Cinzia Montevecchi (ore 16.00, Fondazione I. Righetti, Rimini).

31 ottobre – Presentazione del volumeAtleti con l’anima” a cura di Elisabetta Casadei e Fausto Lanfranchi (ore 20.30, Centro Famiglie, Rimini).

7 novembre – A. Marvelli e le odierne Famiglie Solidali: testimonianze e progetti riminesi (ore 21.00, Sala del Podestà, Rimini)

5 dicembre – 6 gennaio 2015 – Inaugurazione Mostra mercato itinerante degli Artisti riminesi Levati, o anima, e guarda, ispirata al b. A. Marvelli, (Villa Manzoni, Dogana di San Marino) (Calendario delle esposizioni).

S. Natale – A. Marvelli nella Strenna natalizia di mons. F. Lambiasi per i bambini

2015

31 gennaio – S. Messa per il 200° Anniversario nascita S. Giovanni Bosco (parrocchia S. M. Ausiliatrice – Salesiani, Rimini).

3.10.16.23 febbraio – Città di Dio e città dell’uomo. La testimonianza cristiana di Alberto Marvelli. Seminari di studio e di aggiornamento per insegnanti (ISSR “A. Marvelli e Fondazione I. Righetti).

13 febbraio – Veglia preghiera per i giovani (Punto Giovane, Riccione).

14-15 marzo – Convegno nazionale per Amministratori e Politici (Azione Cattolica Italiana, Rimini) e Commemorazione civica aperta alla cittadinanza (Comune di Rimini, P.zza Cavour).

15 marzo-15 aprile – Mostra d’Arte dei maggiori artisti riminesi su A. Marvelli (Museo della Città, Rimini).

27 marzo – Via Crucis cittadina (Centro Storico, Rimini).

8-10 maggio – Le sfide della famiglia. Un laicato che sa parlare e suscitare interesse(Consiglio Nazionale Ex-Allievi salesiani, Rimini).

Lunedì di maggio – Torneo Calcetto “A. Marvelli” (Punto Giovane, Riccione).

Agosto – Evangelizzazione di spiaggia con A. Marvelli (Riccione).

Agosto – Torneo Triabeach “A. Marvelli” (Eventi Mare, Rimini).

Agosto – A. Marvelli al Meeting per l’Amicizia fra i Popoli (Rimini).

4 ottobre – Premiazioni “Premio A. Marvelli” Scuole Provincia di Rimini e Tesi di laurea (Rimini).

5 ottobre – Festa liturgica e chiusura Anno giubilare.

Alberto Marvelli (1918-1946)

(breve biografia)

marvelli-18Alberto Marvelli nasce a Ferrara nel 1918, secondo di otto fratelli, e tra le due Guerre si trasferisce a Rimini dove inizia la sua formazione umana e spirituale al Liceo classico G. Cesare e nell’oratorio Salesiano di S.M. Ausiliatrice al mare.

Appassionato di ogni genere di sport (basket, calcio, sci, ciclismo, nuoto, tennis, alpinismo), la sua corsa subisce a un tratto una sosta forzata: la morte del padre. A 15 anni decide di intraprendere ben altra corsa: l’ascesa alla santità, cioè amare con il cuore di Dio.

Il periodo universitario (Facoltà di Ingegneria meccanica) è segnato da una grande fecondità intellettuale e spirituale, in cui può far sintesi tra fede e scienza; impegno che non lo distoglie dal dedicarsi alla sua famiglia e ai suoi ragazzi dell’oratorio salesiano e di Azione Cattolica.

Terminati gli studi, frequenta il corso per ufficiali a Trieste e nel 1941 è ingegnere alla Fiat, ma a causa della guerra, è costretto a ripartire per le armi: destinazione Treviso. In questo periodo approfondisce la sua amicizia con Marilena, una ragazza milanese, per la quale nutre profondo affetto e che desidera sposare.

marvelli-2Tornato a Rimini, città martoriata dai bombardamenti, Alberto è figura esemplare di fede e di solidarietà nel portare soccorso materiale e spirituale agli sfollati. Nominato assessore ai Lavori pubblici (pur non appartenendo ancora a nessun partito politico, ma solo per i meriti di straordinaria solidarietà), capo sezione del Genio civile e presidente dei Laureati cattolici, il giovane ingegnere riesce a coniugare vangelo e cultura, carità e politica, azione e contemplazione. Nel 1945 aderisce alla Società Operaia, un cenacolo di laici che consacrano la propria vita per la santificazione nel mondo.

Candidato alle amministrative nelle file della Democrazia Cristiana, alla vigilia delle elezioni del 6 ottobre 1946, viene investito da un camion militare e muore tra le braccia della madre dopo due ore di agonia. «Il corteo funebre si snodava per circa tre chilometri – raccontano i testimoni; al passaggio della bara si abbassavano le saracinesche dei negozi; le campane delle chiese suonavano; la gente ai lati della strada si inginocchiava e piangeva»: quel giorno la città di Rimini si accorse di aver avuto tra i suoi figli migliori un giovane santo.
 


Scritti

Diario e lettere, (a cura) F. Lanfranchi, S. Paolo, Cinisello Balsamo (MI) 1998
La mia vita non sia che un atto d’amore. Scritti inediti, (a cura) E. Casadei, Messaggero, Padova 2005
 


Biografie

Lanfranchi, F., Alberto Marvelli. Ingegnere manovale della carità, S. Paolo, Cinisello Balsamo (MI) 20043
Codi, M., Corsa a cronometro. Un ingegnere al servizio di Dio, Progetto editoriale mariano, Vigodarzere (PD) 1998
L’Arco, A., Alberto Marvelli costruttore della città di Dio, LDC, Asti 1979