Convegno Internazionale di Pedagogia Salesiana

19-21 marzo 2015

Salesianum
Via della Pisana, 1111
Roma


Contenuti del convegno 

 

Attenti alla società del nostro tempo e con la consapevolezza che l’educazione è fattore fondamentale perché il cambiamento sia un nuovo cammino di umanizzazione, vogliamo renderci attenti alla realtà attuale e alle sfide educative che propone, sentirci vicini ai giovani e aiutarli a divenire protagonisti di un mondo nuovo.

Le sfide educative del nostro tempo devono renderci attenti a quanto stiamo cercando di realizzare perché il sistema preventivo sia pensato e attuato come risposta alle sfide attuali, per rispondere sempre meglio alla vocazione e missione educativa.

Attenti alle sfide del mondo attuale e alla “quotidiana precarietà” che si estende e può giungere a spegnere la “gioia di vivere” e a produrre “esclusioni” e persino “rifiuti” e “avanzi” (EG, 52), nella nostra missione educativa, come don Bosco, vogliamo sentirci particolarmente vicini a quanti vivono situazioni di emarginazione e di esclusione.

Per rispondere alla sfide educative che ci vengono dai profondi cambiamenti e dalle condizioni di vita del nostro tempo e per essere in grado di realizzare con efficacia il sistema preventivo, abbiamo bisogno di comprendere sempre meglio la necessità di una adeguata formazione pedagogica che coinvolga sempre più quanti collaborano alla missione educativa salesiana.

Le offerte di formazione pedagogica attualmente disponibili e le prospettive significative di formazione permanente, che possono essere integrate e incrementate, devono consentirci di guardare al futuro con un maggior senso di comunione e con un’accresciuta capacità di valorizzazione di tutte le risorse disponibili per la missione educativa salesiana.

 

Finalità del convegno

 

Il Bicentenario della nascita di don Bosco è una grande opportunità per tutto il mondo salesiano di ritrovare la passione educativa, facendo memoria e rinnovando l’adesione alla missione educativa affidata a don Bosco per i giovani.

Nella consapevolezza che “Dio ci sta attendendo nei giovani per offrirci la grazia dell’incontro con Lui e per disporci a servirlo in loro, riconoscendone la dignità ed educandoli alla pienezza della vita” (CG 23, 95), siamo certi che anche per noi l’educazione della gioventù è la missione più grande e divina a cui il Signore ci chiama (MB XIII, 629).

Convinti che per realizzare la missione educativa che il Signore ci affida al seguito di Don Bosco dobbiamo imparare a coniugare “passione educativa” e “competenza pedagogica”, attivando conoscenza, comprensione e capacità di intervento,
nell’anno Bicentenario della nascita di Don Bosco, vogliamo realizzare un efficace cammino di riflessione, di scambio, di confronto, che avrà il suo momento centrale nel
Convegno Pedagogico Internazionale 19-21 marzo 2015

Diretta streaming 19 marzo

 

In mattinata: Arrivi e sistemazione – Registrazione e ritiro Cartella ore 9,00 -14.30

15.00: Apertura del convegno – Presentazione del Convegno

Saluto del Rettor Maggiore
Don Ángel Fernández Artime, decimo successore di Don Bosco

PRIMA SESSIONE DI LAVORO
ASCOLTO E CONFRONTO CON LA REALTÀ ATTUALE SFIDE E BISOGNI EDUCATIVI – Presidente: Don Fabio Attard

 15.30: LA SITUAZIONE SOCIALE ATTUALE E LE SFIDE EDUCATIVE

SWAMIKANNU Stanislaus, India, Chennai: Società postmoderna e cambiamenti socioculturali e antropologici
BIGNARDI Paola, Pontificia Università Salesiana: Cambiamenti sociali e sfide educative.

 17.10: Break

 17.30: CONDIZIONE GIOVANILE E BISOGNI EDUCATIVI
QUIRARTE MENDEZ Juan Carlos, Direttore di Ciudad Juarez-Messico:
“La condizione attuale dei giovani e i loro bisogni educativi”

GIACCARDI Chiara, Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano):
“Giovani, media digitali e sfide educative”

 19.10: Interventi prenotati sulle tematiche della prima sessione: “Call For Papers
Interventi liberi sulle tematiche della prima sessione – Parola ai relatori

 20.30: Cena

Diretta streaming 20 marzo – mattino

Diretta streaming 20 marzo – pomeriggio

SECONDA SESSIONE DI LAVORO
IL CONTRIBUTO DEL SISTEMA PREVENTIVO ALL’EDUCAZIONE OGGI
Presidente: Don Carlo Nanni, Rettore Magnifico UPS

9.00: • PETITCLERC Jean-Marie, directeur de l’Institut de formation professionnelle continue du Valdocco (Francia): Il sistema preventivo ripensato nell’orizzonte (sociale, culturale, educativo) attuale. • GARCIA Miguel Angel, Dicastero di Pastorale Giovanile degli Sdb: La mediazione educativa per una formazione integrale: La PG salesiana.

10.50: Coffee Break

11.10: • BORSI Mara, Ambito per la Pastorale giovanile FMA: Il sistema preventivo, “sistema aperto” per dare ai giovani “vita in abbondanza”. • VOJTAS Michal, Pontificia Università Salesiana: La componente metodologica per l’educazione salesiana attuale.

12.45: Interventi prenotati sulle tematiche della sessione: “Call For Papers” Interventi liberi sulle tematiche della sessione – Parola ai relatori

13.30: PRANZO

15.00 TERZA SESSIONE DI LAVORO
IL SISTEMA PREVENTIVO PER L’EDUCAZIONE DI RAGAZZI E GIOVANI IN SITUAZIONE DI EMARGINAZIONE NEI DIVERSI CONTESTI SOCIALI
Presidente: Consigliera eletta FMA di PG

15.00: Assemblea plenaria • ZAMPETTI Andrea, Pontificia Università Salesiana: “Educativa di strada, educatore di strada e sistema preventivo”.

15.50: Interventi prenotati sulle tematiche della sessione: “Call For Papers”.

16.20: Coffee Break

16.45: WORKSHOP INTERCONTINENTALI Le “BUONE PRATICHE”: Esperienze significative dell’impegno educativo per ragazzi e giovani in situazione di emarginazione nei diversi continenti 

WORKSHOP N. 1
• MELANDRI Silvia, Direttrice Istituto Superiore di Formazione di Educatori specializzati – ISFES “Laura Vicuña”, Cotonou, Benin: Educatrici ed educatori specializzati: una formazione accademica professionalizzante per essere salesiana-mente con bambine e giovani.
• BEJARANO Rafael, Direttore di Ciudad Don Bosco-Colombia: “Ciudad Don Bosco, una proposta pedagogica per i più bisognosi”.
• KOSHY Thomas (Executive Secretary del Don Bosco National Forum for the Young at Risk (India, 75 centri salesiani che lavorano per i YAR): Il Sistema Preventivo nell’educazione non formale dei giovani a rischio.

WORKSHOP N. 2
• MUKENDI Pascal, Coordinatore Centri Mamma Margherita – Republica Demo- cratica del Congo Lubumbashi: La rete di ragazzi di strada a Lubumbashi.
• SIERRA Sara, Preside Escuela Normal Superior Maria Auxiliadora di Copaca- bana, Colombia: La formazione degli insegnanti di strada.
• François Le Clère, Direttore di Valdocco France – Chercheur en Sciences de l’Education, CIRCEFT – Université Paris 8: La proposta educativa di Valdocco France.

WORKSHOP N. 3
• MERCADO CAJALES Sergio, Direttore esecutivo della Fondazione Don Bosco- Cile: La “Fundacion Don Bosco Chile” per emarginati e ragazzi di strada
• SOARES DE LIMA Agnaldo, Coordinatore Nazionale della Rete Salesiana (sdb- fma) di Azione Sociale (CISBRASIL-Brasilia): La costruzione della Rete delle Opere Sociali.
• AGUIRRE José Luis (Pepelu), Coordinatore nazionale delle Piattaforme sociali in Spagna: La proposta educativo pastorale delle Piattaforme Sociali in Spagna.

WORKSHOP N. 4
• AN SHIN JA Pierina, Direttrice Centro di consulenza psico-pedagogica (Corea del Sud): Auxilium Youth Center, comunità di accoglienza dove si vive il Sistema preventivo.
• BEŠENYEI Peter, Facoltà di pedagogia sociale Salesianum di Žilina Slovacchia: Modello di standard condivisi nell’educazione dei Rom.
• D’ANDREA Giovanni, Presidente della Federazione SCS/CNOS – Salesiani per il Sociale Roma: L’ispirazione educativa della Federazione “Salesiani per il Sociale” in Italia.

Oltre ai quattro workshop intercontinentali, si prevede di attivare:
1. Workshop Giovani Protagonisti: universitari, animatori, MGS, ecc.
2. Workshop Docenti di strutture formative in ambito educativo: UPS, Auxilium e Centri affiliati, IUS Education, ISS-FMA , ecc.

19.30: Partenza per la PISANA

20.30: Cena

 

Diretta streaming 21 marzo

 

QUARTA SESSIONE DI LAVORO
LA FORMAZIONE E LA COMPETENZA PEDAGOGICA
Presidente: Sr. Pina Del Core Preside Auxilium

8.45: • LECHNER Martin, Direttore dell’Istituto di Pastorale Giovanile Don Bosco, Benediktbeuern (Germania): L’attenzione alla religione nell’educazione e formazione nel contesto attuale.
• LOOTS Carlo e SCHAUMONT Colette, Coordinatori del Centro di Forma- zione Belgio Nord, La formazione dei collaboratori laici: integrare la pedagogia salesiana nella propria persona e nel lavoro educativo.

10.15: Break

10.30: • GONZALEZ Oscar, CNSPJ, Coordinacion de Escuelas (Spagna):
Progetto Formativo di dirigenti e docenti educatori della Rete delle Scuole SDB e FMA in Spagna.
• JARAMILLO Rubén Dario, Centro di Quito (Ecuador) sulla Formazione Permanente: Presentazione della metodologia dell’offerta della Formazione Permanente nel Centro di Quito.

11.45: CONCLUSIONE DELLA SESSIONE
PELLEREY Michele, Pontificia Università Salesiana: La professionalità educativa e la competenza pedagogica: attenzioni irrinunciabili nell’offerta formativa della FS oggi [La qualità e professionalità pedagogica della formazione salesiana oggi].

12.15: CONCLUSIONE CONVEGNO:
Saluto finale della Madre Generale FMA

12.30: SANTA MESSA
celebrata dal Rettor Maggiore

13.30: Pranzo

Sede del Convegno


Salesianum (via della Pisana), UPS (Università Pontificia Salesiana)

Segreteria del Convegno : Dott.ssa Carmen Barbieri, segretaria del Rettore.
e-mail : convegnopedagogia2015@unisal.it
Telefono : (+ 39) 06.87.290.303                                       

È possibile anche contattare
orlando@unisal.it [per lingua italiana, francese, spagnola, portoghese]

vojtas@unisal.it [per lingua italiana, tedesca, inglese]
sahayadas@unisal.it [per lingua inglese, italiana]