Our Blog

0

banner-quadrato-expo

“Non vi do il benvenuto in senso stretto, dato che siamo noi e l’Expo a dovervi ringraziare per essere venuti qui; per essere arrivati con una splendida presenza fisica (…) e di più per quello che fate come segno tangibile, concreto, della Famiglia Salesiana in aiuto alle persone in difficoltà”. Sono parole espresse da Bruno Antonio Pasquino, Commissario Generale di Expo2015 e responsabile di dare il benvenuto a CASA DON BOSCO nel giorno dedicato al Padiglione della Famiglia Salesiana, che mostra ai visitatori di tutto il mondo l’importanza di “nutrire il pianeta” con l’educazione e la formazione dei bambini e dei giovani.

Nella giornata dedicata a Casa Don Bosco all’Expo2015 (Don Bosco Day) sono stati diversi gli eventi, tutti segnati dalla gioia che caratterizza il lavoro della Famiglia Salesiana con e per i bambini e i giovani di tutto il mondo.

L’evento è stato aperto dal ritmo del canto salesiano “Giù dai Colli” suonato dalla Banda giovanile di Poiares, Portogallo; tale atto è stato sottolineato anche dal Commissario Generale di Expo2015, che ha richiamato tutto l’amore e la gioia manifestati nel Padiglione della Famiglia Salesiana ad Expo2015, in grado di dare un tocco speciale a tutta l’Expo.

In seguito Luciano Moia, caporedattore del quotidiano Avvenire, ha intervistato il Rettor Maggiore dei Salesiani, Don Ángel Fernández Artime, la Madre Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), Madre Yvonne Reungoat, e la Coordinatrice globale dei Salesiani Cooperatori, Noemi Bertola. E, rispettivamente, Don Á.F. Artime ha ribadito che per i Salesiani e la Famiglia Salesiana “educare è far sorgere la bontà dal giovane”; Madre Reungoat ha sottolineato che nella società molto resta ancora da riconoscere in merito al ruolo delle donne, e che è necessario capire che “educare le giovani donne e le ragazze significa educare un popolo”. Infine, la sig.ra Noemi Bertola ha parlato dell’importanza della famiglia per i giovani e come “i Salesiani Cooperatori rappresentano tra i ragazzi riferimenti di famiglia”.

A conclusione dell’evento, prima di dirigersi verso Casa Don Bosco, il Rettor Maggiore ha ringraziato la squadra incaricata di eseguire questo progetto della Famiglia Salesiana, tra cui in particolare, il signor Ercole Lucchini, exallievo e Project Manager di CASA DON BOSCO, Sr. Giuseppina Barbanti, FMA, e don Claudio Belfiore, SDB.

Durante il percorso verso CASA DON BOSCO, ci sono state varie fermate di fronte ai Padiglioni della Caritas e della Madonnina di Milano, la Santa Sede e la Cascina Triulza; e infine davanti a CASA DON BOSCO, dove le danze dell’Asia e dell’Africa hanno anticipato l’animazione dei “Barabba’s Clown”.

Tutta la galleria fotografica dell’evento è disponibile su ANSFlickr.

Il Don Bosco Day ha trovato spazio su numerose testate nazionali e locali, nonché su diverse agenzie stampa, tra i tanti vi riportiamo gli articoli usciti su:

ANSA

ADNKRONOS

CORRIERE DELLA SERA 

LEGGO

GAZZETTA DEL SUD 

IL GIORNO

AGIELLENEWS

IL GIORNALE

MILANO.CORRIERE.IT

CORRIERE ADRIATICO

A questo link è possibile rimanere costantemente aggiornati con la gallery di CASA DON BOSCO.

db-day-Gazzetta del Sud db-day-LEGGO db-day-Corriere Della Sera db-day-Corriere Adriatico