Our Blog

Mancano pochi giorni alla visita pastorale di Francesco a Torino e al carcere minorile Ferrante Aporti c’è molto fermento: Francesco con una famiglia rom, un profugo e un senza fissa dimora ha invitato a pranzo in Arcivescovado un gruppo di ragazzi detenuti che verranno accompagnati dal cappellano, il salesiano don Domenico Ricca.

Del Ferrante Aporti e del significato del ministero del cappellano si parla nel libro-intervista di Marina Lomunno, giornalista della Voce del popolo a don Domenico Ricca, «Il cortile dietro le sbarre: il mio oratorio al Ferrante Aporti» (Elledici). Il libro, pubblicato in occasione del Bicentenario dalla nascita di don Bosco che a metà Ottocento visitava i giovani detenuti del carcere minorile di Torino, viene presentato lunedì 15 giugno presso l’Istituto Agnelli (in corso Unione Sovietica 312) con Anna Maria Baldelli, procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Torino e don Enrico Stasi, ispettore dei salesiani di Piemonte, Valle d’Aosta e Lituania. Modera Marco Bonatti, direttore della comunicazione dell’Ostensione 2015.

Martedì 16 giugno alle 17 il libro viene presentato presso il Comune di Torino, in via Palazzo di Città (Sala della Colonne): con il vicesindaco Elide Tisi, l’autrice e don Ricca, intervengono Ennio Tomaselli, già procuratore della Repubblica presso il Tribunale minorile di Torino e Antonio Pappalardo, dirigente del Centro Giustizia minorile di Torino. Modera Mauro Gentile.
I diritti d’autore del libro saranno devoluti a favore di borse studio e lavoro per i ragazzi detenuti del Ferrante Aporti.

Lunedì 15 giugno 2015 – ore 17.30 presso Istituto Agnelli – Corso Unione Sovietica, 312 – Torino
Il cortile dietro le sbarre: il mio oratorio al Ferrante Aporti

Dialogo con Don Domenico Ricca, salesiano, da 35 anni cappellano al carcere minorile di Torino

Per informazioni www.elledici.org

15 GIUGNO - Locandina A3 - il cortile dietro le sbarre DEF