Our Blog

0

banner-quadrato-expo

Manca solo una settimana al termine del mese di settembre e in CASA DON BOSCO il ritmo non rallenta: tanti eventi dedicati alla riflessione e alla formazione, con un occhio sempre attento alla sostenibilità, al turismo, all’educazione, alla formazione dei giovani e al volontariato.

Fino a giovedì 17 settembre 2015, il Padiglione CASA DON BOSCO è stato teatro di una serie di incontri tra i responsabili del CNOS-FAP (Centro Nazionale Opere Salesiane Formazione e Aggiornamento Professionale) e le aziende con cui collabora da tempo, per dare spazio al racconto di storie di successo occupazionale e a nuovi progetti per il futuro. Tra le aziende che hanno portato la loro testimonianza: Meusburger, Apple, Rekordata e Monster. Il ciclo di incontri si è concluso venerdì 18 settembre, alla presenza di Iren, con una tavola rotonda sul ruolo dei giovani rispetto a temi fondamentali per il futuro del nostro Pianeta quali l’energia, l’acqua, il cibo, il riciclo e l’ambiente e con la premiazione dei vincitori del concorso Scegli tu il futuro del pianeta, svoltosi tra gennaio e maggio in diversi centri salesiani di Italia.

Mercoledì 16 e venerdì 18 settembre 2015 hanno avuto luogo due nuovi incontri con Schneider Electric, a fianco della famiglia salesiana sin dall’inizio dell’Esposizione Universale.

Sabato 19 settembre 2015, presso il Padiglione della Biodiversità e poi in CASA DON BOSCO, si è svolto ilForum internazionale delle comunità agricole salesiane e monferrine, evento conclusivo delle giornate di scambio svolte in varie parti del Piemonte organizzato in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, con la partecipazione dei rappresentanti di vari paesi in cui esistono realtà salesiane operanti nel campo dell’educazione nella realtà agro-enologica.

Domenica 20 settembre Simona Tornatore, Responsabile Vis in Perù, ha presentato le linee guida del progetto che dal 2010  è attivo su più fronti in Perù. Gli obiettivi principali che il VIS si è prefisso su questo territorio sono la valorizzazione della biodiversità, la sicurezza alimentare, la promozione dello sviluppo umano e delle comunità indigene Achuar. Sono più di 130 le famiglie Achuar che possono beneficiare dei frutti del lavoro svolto dal VIS. Un risultato evidente è stato la fondazione della cooperativa Shakaim dove si lavorano i frutti che la Foresta Amazzonica offre. Le filiere produttrici sono principalmente due: la coltivazione e la produzione di olio Sancha Inchi, un olio alimentare dalle ottime proprietà nutritive, totalmente BIO e prodotto senza l’utilizzo di pesticidi chimici e la produzione di olio Ungurahui, un olio per uso cosmetico, prodotto seguendo i piani di gestione forestale, che ne garantiscono la salvaguardia. Sono intervenuti nell’incontro anche don Vincenzo Santilli, missionario salesiano in Perù da molti anni e Gabriella Moreno, operatrice internazionale e ex volontaria VIS in Perù che, raccontando la propria storia, ha espresso con grande sincerità le difficoltà che ci sono ad operare in un territorio come quello peruviano.

Sempre nella giornata di domenica 20 settembre 2015, CASA DON BOSCO ha ribadito il suo impegno missionario nel mondo, grazie alla visita dei 23 nuovi educatori missionari della 146°Spedizione Missionaria Salesiana, che hanno animato la giornata, cantando e ballando sulle musiche tipiche dei loro Paesi d’origine. I giovani Salesiani provengono da tutto il mondo, dall’India al Guatemala, dal Vietnam a vari Stati africani e stanno completando il Corso di Orientamento che culminerà domenica 27 settembre a Torino con la consegna della Croce missionaria.

Lunedì 21 settembre il VIS ha organizzato un evento circa il diritto all’acqua in un territorio fortemente colpito dalla siccità: l’Etiopia. Attraverso “Acqua diritto di tutti: pozzi per l’Etiopia” Casa Don Bosco ha dato voce ad alcuni progetti che operano in terra africana per garantire l’accesso all’acqua potabile a popolazioni che altrimenti non potrebbero averlo. Sono intervenuti: Claudio Maneri, Fondazione Butterfly; Elisabetta Cipollone,Un pozzo per Andrea; Paolo Trevisanato, Fondazione Elena Trevisanato; Vincenzo D’Amore, Acqua per la Vita.Emanuela Chiang, Responsabile VIS per l’Etiopia, ha moderato l’incontro. Durante tutta la giornata è stato possibile visitare la mostra fotografica “Ethiopia” della fotografa Coralie Maneri, frutto di numerosi viaggi in Etiopia, una testimonianza della realtà di questo Paese e il suo desiderio di crescere..

Martedì 22 settembre Casa Don Bosco ha ospitato varie attività volte a far conoscere un progetto di sviluppo rurale del VIS nella Repubblica Democratica del Congo. Nel pomeriggio si tenuto un incontro di presentazione del progetto quale buona pratica di valorizzazione dei prodotti tipici della Repubblica Democratica del Congo e sostegno all’economia locale, in particolare nelle piantagioni.  Paolo CariolatoAgronomo VIS e Pepin Kirumba ShabaniAgronomo Locale, hanno sottolineato il ruolo chiave della formazione agraria da parte dei Salesiani per lo sviluppo rurale della zona. Riccardo GiannottaResponsabile progetti del VIS, ha moderato l’evento e invitato i partecipanti a degustare il caffè prodotto nelle piantagioni di Shasha e Niangoma. Hanno completato la giornata l’esposizione di una mostra fotografica “Sapori e saperi nella Repubblica Democratica del Congo: dalla Terra, la Vita” e la proiezione di un video proiettato in loop.

Mercoledì 23 settembre 2015 doppio appuntamento, dalle ore 11:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00, con Schneider Electric, per ribadire l’efficacia del metodo di risparmio energetico adottato all’interno del Padiglione CASA DON BOSCO.

Sempre nella giornata di oggi, alle ore 13:00, ha preso avvio l’evento NUTRIRE IL CORPO EDUCARE LA PERSONA COLTIVARE IL SOGNO, organizzato dalla Facoltà «Auxilium» di Roma, che si protrarrà fino al 24 settembre. La prima giornata sarà caratterizzata dalla Tavola Rotonda incentrata sul dibattito “Coltivare il talento di educare” nella società contemporanea, per formare cittadini e cittadine responsabili della propria identità per il futuro del Pianeta in contesti culturali caratterizzati da grandi cambiamenti, rivendicazioni sociali, pressioni politiche e mediatiche. Ad animare il dibattito, la Preside della Facoltà «Auxilium» Pina De Core;  Elisabetta Straffi, docente alla Facoltà; Massimiliano Padula, docente di Sociologia dell’organizzazione. La tavola rotonda sarà l’occasione per conoscere da vicino le tante attività didattiche e di animazione culturale dell’Auxilium, l’unica Università pontificia retta da donne, che da oltre 50 anni forma professionisti nel campo educativo-socio-pisco-pedagogico, destinati ad operare nella scuole di ogni grado, nei servizi sul territorio pubblici e privati rivolti alla famiglia, all’infanzia, al disagio e marginalità minorili, all’integrazione interculturale e nell’impegno ecclesiale, pastorale e catechetico. Parteciperanno al dibattito anche Maria Grazia Vergari, Beatrice Canavese, oltre a Freddy Nicolas, direttore del Centro ProLingua di Roma.

A seguire, la discussione si è spostata alle “Periferie dell’educazione”, per conoscere le attività dei Centri affiliati e partner dell’Auxilium, impegnati nella promozione e tutela dei diritti umani, specie in difesa di minori e di donne maltrattate. A portare la loro esperienza Lorenzo Bontempo, consulente scientifico del Centro Studi Sociali di Scerne, di Scerne Pineto in Abruzzo; Claudio Foti, direttore scientifico del Centro studi Hansel e Gretel, di Torino; Luca Balugani, direttore dell’Istituto Superiore di Scienze dell’Educazione e della Formazione Giuseppe Toniolo, di Modena; Maria Grazia Caputo, direttrice dell’Ufficio Diritti Umani dell’Fma, di Ginevra. Gli incontri saranno moderati dalla giornalista Roberta Gisotti, caporedattore della Radio Vaticana.

La giornata di giovedì 24 settembre 2015, dalle ore 12:00 alle ore 14:00, con replica dalle ore 16:00 alle ore 17:00, sarà interamente dedicata a tre laboratori imperniati sul tema “Educare è nutrire la vita”, guidati dai docenti Enrica Ottone, Claudio Foti, Silvia Deidda, Andrea Ascari. In particolare, il workshop “Educare è nutrire la vita” porterà a vivere Expo come un’opportunità per educarsi e educare. Riconoscere che ci sono spazi ed esperienze ideati e progettati per nutrire i visitatori, arricchire le conoscenze, suscitare emozioni, rafforzare le convinzioni e stimolare ad impegnarsi in scelte responsabili. Nel workshop, 30 studenti universitari racconteranno e commenteranno i risultati dell’indagine condotta tra i visitatori dell’Expo il 23 e 24 settembre, interrogandosi sulla valenza educativa percepita. Coordinerà l’evento una docente della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione «Auxilium». Gli altri due workshop saranno “Quando la mente abbraccia il cuore… educare alle emozioni con le emozioni” e “La comunità che nutre, la comunità che educa“.

Venerdì 25 e sabato 26 settembre 2015, dalle ore 11:00 alle ore 18:00, il Padiglione CASA DON BOSCO in EXPO ospiterà la Sede Nazionale e le Sedi Regionali ed Operative del C.I.O.F.S-FP, che attraverso l’eventoENERGIA GIOVANE, PANE PER IL FUTURO DEL PIANETA. LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL CIOFS/FP presenteranno ai visitatori le attività di formazione previsti sui diversi territori regionali, nelle diverse Aree Professionali e in collegamento con i servizi al lavoro e le aziende del territorio.

Domenica 27 settembre 2015, dalle ore 11:00 alle ore 13:00, è prevista la tavola rotonda TURISMO SOSTENIBILE: EDUCHIAMOCI CON I GIOVANI ALLA SALVAGUARDIA DEL CREATO, organizzata in occasione della Giornata Mondiale del Turismo con il patrocinio dell’UNWTO (UN World Tourism Organisation) e della Conferenza Episcopale Italiana, Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero. L’intervento intende sensibilizzare sulle tematiche del turismo sostenibile, il rispetto dell’ambiente e la salvaguardia del Creato, declinando tali temi nell’ambito del progetto educativo salesiano. Interverranno: Mons. Mario Lusek, Direttore Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Conferenza Episcopale Italiana; Gianfranco Spinelli, professore di Geografia economico‐politica all’Università degli Studi del Piemonte Orientale e il Dott. Nicola Callegaro, responsabile Ufficio Turismo Sostenibile, Direzione Attività Culturali e Turismo del Comune di Venezia. Modererà il Dott. Paolo Pomati, responsabile dell’Ufficio Comunicazione all’Università degli Studi del Piemonte Orientale. L’appuntamento del 27 settembre prenderà avvio e spunto dalle immagini di un contest fotografico indetto per l’occasione, frutto di una campagna sui social media volta a sensibilizzare in particolare i giovani sulle tematiche del turismo sostenibile, proposta in occasione dell’apertura ufficiale di Expo2015 con il lancio di hashtag dedicati (#Expo2015TGS, #turismosostenibile). La tavola rotonda darà anche spazio all’associazione TGS (Turismo Giovanile e Sociale), Associazione di Promozione Sociale promossa dai Salesiani di Don Bosco e dalle Figlie di Maria Ausiliatrice  per presentare le proprie attività in materia di turismo sostenibile, dando spazio alle “best practices” e ai gruppi locali più attivi distribuiti in tutto il territorio nazionale. Un occhio di riguardo verrà riservato al progetto educativo salesiano in cui tali attività associative si identificano, nonché alle relazioni e al dialogo instaurati dal TGS con le istituzioni locali, nazionali e internazionali, così da mettere in risalto la connessione tra Famiglia Salesiana e società civile di cui le associazioni del tempo libero sono massima espressione.

Sempre nella giornata di domenica 27 settembre 2015, dalle ore 19:15 alle ore 20:00, si darà spazio all’eventoCON I NOSTRI OCCHI: LA SICILIA TERRA “DI LUCE E DI LUTTO, con racconti sulle tematiche del cibo, dell’alimentazione e dello stare a tavola attraverso la letteratura siciliana e del cibo, con l’ausilio di supporti video, reading e pièce coreografiche e musicali a cura del CGS/Cnos-Ciofs Cinecircoli Giovanili Socioculturali. Dalle ore 20:20 alle ore 21:00 l’evento DAL CIBO NELLA NARRATIVA ALLA TRAGEDIA NELL’OPERA DEI PUPI metterà in scena Antigone, la tragedia di Sofocle, attraverso una delle forme artistiche più tipiche dell’eredità culturale siciliana, l’Opera dei Pupi.

Lunedì 28 settembre 2015, dalle ore 11:00 alle ore 18:00, è previsto l’incontro  ENERGIA GIOVANE, PANE PER IL FUTURO DEL PIANETA. LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL CIOFS/FP, in cui la Sede Nazionale e le Sedi Regionali ed Operative del CIOFS/FP si alterneranno per presentare ai visitatori le attività di formazione previsti sui diversi territori regionali, nelle diverse Aree Professionali e in collegamento con i servizi al lavoro e le aziende del territorio. Fino al 10 ottobre presso CASA DON BOSCO, l’Associazione C.I.O.F.S /FP e il BilCO “G. Morello” del Piemonte offriranno ai giovani, attraverso i loro Operatori e le piattaforme SmartCIOFS-FP ed E-Portfolio, la possibilità di comporre il proprio CV o il Portfolio delle competenze.

Sempre lunedì 28 settembre 2015, dalle ore 19:00 alle ore 21:00, si terrà l’incontro VOLUNTEERS @ EXPO: SAME PLACE, MANY STORIES, tra Volontari Expo, i Volontari del Padiglione Unione Europea e, a rotazione, un gruppo di volontari di un altro padiglione/organizzazione presente ad Expo Milano 2015, con l’obiettivo dipromuovere la cultura del volontariato tramite la conoscenza reciproca fra i volontari dei diversi paesi/organizzazioni, la riflessione sulle differenti esperienze di volontariato fatte ad EXPO e nei propri paesi di origine e la condivisione delle proprie aspettative in termini di attività di volontariato per il periodo successivo ad EXPO.