Our Blog

0

banner-quadrato-expo

Il mese di settembre in CASA DON BOSCO termina con successo: finora il calendario è stato ricco di eventi dedicati ai giovani, alla formazione di stampo salesiano, ai progetti umanitari e di volontariato portati avanti nei vari Paesi del mondo, alla riflessione, ma anche al divertimento e alla condivisione.

Mercoledì 23 settembre 2015 Schneider Electric ha tenuto un doppio appuntamento in CASA DON BOSCOper ribadire l’efficacia del metodo di risparmio energetico adottato all’interno del Padiglione e in diverse case salesiane. Nella stessa giornata ha presso avvio l’evento NUTRIRE IL CORPO EDUCARE LA PERSONA COLTIVARE IL SOGNO, organizzato dalla Facoltà «Auxilium» di Roma. Ad aprire l’evento, una tavola rotonda incentrata sul dibattito “Coltivare il talento di educare” nella società contemporanea. Il dibattito, animato dallaPreside della Facoltà «Auxilium» Pina De Core, ha visto la partecipazione di docenti e altri esperti e ha avuto l’obiettivo di far riflettere sulla formazione di cittadini e cittadine in contesti culturali caratterizzati da grandi cambiamenti, rivendicazioni sociali, pressioni politiche e mediatiche e di presentare le tante attività didattiche e di animazione culturale dell’Auxilium. A seguire, la discussione si è spostata alle “Periferie dell’educazione”, per conoscere le attività dei Centri affiliati e partner dell’Auxilium impegnati nella promozione e tutela dei diritti umani specie in difesa di minori e di donne maltrattate. La seconda parte dell’evento, svoltasi nella giornata di giovedì 24 settembre 2015, è stata dedicata a tre laboratori imperniati sul tema dell’educazione: “Educare è nutrire la vita”, “Quando la mente abbraccia il cuore, educare alle emozioni con le emozioni” e “La comunità che nutre, la comunità che educa“.

Venerdì 25 e sabato 26 settembre 2015, il Padiglione CASA DON BOSCO in EXPO ha ospitato la Sede Nazionale e le Sedi Regionali ed Operative del C.I.O.F.S-FP, che hanno illustrato ai visitatori le attività di formazione previsti sui diversi territori regionali, nelle diverse Aree Professionali e in collegamento con i servizi al lavoro e le aziende del territorio, attraverso l’evento ENERGIA GIOVANE, PANE PER IL FUTURO DEL PIANETA. LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL CIOFS/FP. In particolare, nella giornata del 25 settembre 2015 il CIOFS-FP, a conclusione della XVII edizione del Seminario Europa, ha inaugurato la sua presenza a Expo con una giornata dedicata all’Associazione Nazionale, presente con i suoi centri in 12 Regioni con oltre 60 sedi operative. La giornata è iniziata con la presentazione dell’Associazione nel suo complesso, per poi lasciare spazio alle singole Associazioni Regionali, presenti in EXPO dal 26 settembre al 10 ottobre 2015con stand, dimostrazioni, degustazioni e dibattiti: nell’arco di quindici giorni, lo sportello informativo su corsi e occupazione nel segmento dei mestieri offrirà un servizio dedicato ai ragazzi e alle famiglie in visita all’Esposizione Universale di Milano. La giornata di sabato 26 settembre 2015 ha previsto la presenza delCIOFS-FP Emilia Romagna, che ha illustrato le sperimentazioni di aziende formative in atto sul territorio in un ottica di Welfare di comunità, tra queste quella tra la sartoria “Casa Main” e l’Associazione “Maestà della Battaglia”, che ha animato la giornata mettendo in scena uno spettacolo medioevale di musici e sbandieratori.

Sabato 26 settembre, CASA DON BOSCO è stata punto di incontro dell’Harambée, un “incontro e raduno festoso” organizzato dall’Animazione Missionaria salesiana italiana e dal VIS. Questo evento si svolge da più di venti anni in spirito di semplicità e condivisione, per offrire testimonianze di fede, di amicizia e di impegno. Quest’anno il tema è “Voi stessi date loro da mangiare” e la prima giornata dell’Harambée si è svolta all’EXPO.

Domenica 27 settembre 2015, in occasione della Giornata Mondiale del Turismo è stata organizzata la tavola rotonda TURISMO SOSTENIBILE: EDUCHIAMOCI CON I GIOVANI ALLA SALVAGUARDIA DEL CREATO,con il patrocinio dell’UNWTO (UN World Tourism Organisation) e della Conferenza Episcopale Italiana, Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero. L’obiettivo è stato quello di porre l’attenzione sulle tematiche del turismo sostenibile, il rispetto dell’ambiente e la salvaguardia del Creato, declinando tali temi nell’ambito del progetto educativo salesiano. L’intervento ha preso spunto dalle immagini di un contest fotografico indetto per l’occasione, frutto di una campagna sui social media volta a sensibilizzare i giovani sulle tematiche del turismo sostenibile, proposta in occasione dell’apertura ufficiale di Expo2015 con il lancio di hashtag dedicati (#Expo2015TGS, #turismosostenibile). Ampio spazio è stato dedicato all’associazione TGS (Turismo Giovanile e Sociale), Associazione di Promozione Sociale promossa dai Salesiani di Don Bosco e dalle Figlie di Maria Ausiliatrice  per presentare le proprie attività in materia di turismo sostenibile. Durante il dibattito sono intervenuti: Mons. Mario Lusek, Direttore Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Conferenza Episcopale Italiana; Gianfranco Spinelli, professore di Geografia economico‐politica all’Università degli Studi del Piemonte Orientale e il Dott. Nicola Callegaro, responsabile Ufficio Turismo Sostenibile, Direzione Attività Culturali e Turismo del Comune di Venezia. A moderare l’intervento, ilDott. Paolo Pomati, responsabile dell’Ufficio Comunicazione all’Università degli Studi del Piemonte Orientale.

Nella stessa giornata si è tenuto l’evento CON I NOSTRI OCCHI: LA SICILIA TERRA “DI LUCE E DI LUTTO”, ad opera del CGS Miaramandeha di Pedara (CT). Ad intrattenere il pubblico, racconti sulle tematiche del cibo, dell’alimentazione e dello stare a tavola attraverso la letteratura siciliana e del cibo, con l’ausilio di supporti video, reading e pièce coreografiche e musicali. Successivamente, la Compagnia Teatrale “Volti dal Kaos” Don Bosco Rachibile ha messo in scena Antigone, la tragedia di Sofocle, attraverso una delle forme artistiche più tipiche dell’eredità culturale siciliana: l’Opera dei Pupi.

Lunedì 28 settembre 2015, sono state protagoniste le sedi operative di Cesano Maderno, Cinisello Balsamo e Milano facenti parte di CIOFS-FP Lombardia. La finalità della giornata è stata quella di valorizzare i cluster di Expo 2015 attraverso le competenze professionali degli allievi della formazione professionale.

Nella medesima giornata si è tenuto un nuovo appuntamento con VOLUNTEERS @ EXPO: SAME PLACE, MANY STORIES, incontro tra Volontari Expo realizzato con l’obiettivo di promuovere la cultura del volontariato tramite la conoscenza reciproca, la riflessione e la condivisione delle proprie aspettative.

Martedì 29 settembre 2015, presso il Padiglione DON BOSCO erano presenti gli allievi del CIOFS-FP Lombardia, sedi di Cinisello Balsamo e Varese. Questa volta i settori rappresentati sono stati:Agroalimentare, Ristorazione, Vendite, Amministrativo segretariale, Benessere. La giornata è stata omaggiata dalla presenza del mastro pasticcere Giacomo Pisanu ed è stato possibile assaggiare prodotti al cioccolato e cocktail preparati dagli studenti, oltre che assistere a dimostrazioni pratiche di decorazione di biscotti.

Oggi, mercoledì 30 settembre 2015 gli allievi del CIOFS-FP Toscana hanno dedicato la giornata al tema delriciclo. All’interno del padiglione è stata allestita una scenografia realizzata utilizzando principalmente materiale di recupero e sono stati realizzati dei laboratori in cui i visitatori sono stati direttamente coinvolti nella realizzazione di piccoli oggetti decorativi. L’obiettivo è stato quello di farli immergere per un giorno nel mondo della formazione professionale attraverso la sua caratteristica distintiva: imparare facendo.

Giovedì 1 ottobre 2015, dalle ore 11:00 alle ore 18:00, sarà il turno del CIOFS-FP Friuli Venezia Giulia, Trieste, in rappresentanza dei settori Amministrativo, Vendite, Promozione e accoglienza. Quello che il CIOFS-FP di Trieste si propone di fare durante questa giornata è presentare ai visitatori il lavoro di recupero e di accompagnamento del giovane verso la costruzione del proprio futuro.

Venerdì 2 ottobre 2015, dalle ore 11:00 alle ore 12:00, CORAGGIO!! DON BOSCO’S DREAM GOES ON, un evento dedicato ad approfondire la conoscenza dei fumetti manga e la cultura pop giapponese e, a seguire, un nuovo appuntamento con Schneider Electric. Nel corso di questa giornata saranno altresì presenti le studentesse del CIOFS-FP Calabria che porteranno ad Expo la loro esperienza nell’utilizzo di prodotti naturali nel lavoro di acconciatore, ponendo l’attenzione sul tema della salvaguardia del pianeta attraverso l’uso di prodotti naturali e limitando o eliminando, dove possibile, l’utilizzo di prodotti chimici e industriali.

Sabato 3 ottobre 2015, l’appuntamento, nell’ambito dell’evento ENERGIA GIOVANE, PANE PER IL FUTURO DEL PIANETA. LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL CIOFS/FP, è con l’istituto di Castellanza (VA), in rappresentanza dei settori Vendite, Benessere, Ristorazione. Gli allievi daranno vita ad una rappresentazione dedicata ai temi di Expo attraverso dei total look e dei cocktail che rappresentano i Cluster  e che raggruppano i padiglioni non secondo criteri geografici, ma secondo identità tematiche e filiere alimentari.

Domenica 4 ottobre 2015, le sedi del CIOFS-FP di Casale Monferrato e Vercelli, Piemonte, porteranno in EXPO, presso il Padiglione CASA DON BOSCO, i settori Agroalimentare, Ristorazione, Vendite, Elettrico, Elettronico, Amministrativo segretariale, con l’evento “Didattica inclusiva per stimolare la formazione della personalità individuale e la costruzione dei valori sociali”, occasione per mettere in evidenza le iniziative scolastiche ed extra-scolastiche a sfondo sociale del CIOFS-FP.

La giornata di lunedì 5 ottobre promuoverà l’attività educativa delle sedi operative di Chieri e Novara del CIOFS-FP, con i settori Agroalimentare, Ristorazione, Vendite, Benessere, Elettrico, Elettronico. Gli allievi offriranno ai visitatori i prodotti tipici dei loro territori, come la focaccia di Chieri, i grissini rubatà e il gelato al vino di Freisa che loro stessi realizzeranno all’interno del padiglione. Si terranno due eventi sulla valorizzazione del patrimonio culturale locale anche come strumento di inserimento lavorativo per i giovani e sull’importanza di una nutrizione sana e consapevole. Gli allievi allestiranno, inoltre, una vetrina con i prodotti tipici del novarese e saranno disponibili per fornire informazioni sul lavoro del CIOFS-FP. La giornata ha ricevuto il patrocinio della Città di Chieri.

Martedì 6 ottobre 2015 sarà la volta delle sedi del CIOFS-FP di Alessandria, Tortona e di Torino Lucento(settori Agroalimentare, Ristorazione, Vendite, Meccanico, Promozione e accoglienza) che illustreranno il modo corretto di nutrirsi attraverso la presentazione di realtà territoriali che affrontano il problema dello spreco del cibo, del riutilizzo creativo, della sana ed equilibrata alimentazione e della riscoperta dei cibi sani “fatti in casa”. La giornata sarà animata da diversi mini-eventi con la partecipazione di esperti e dal workshop “Expo-job”, un incontro di riflessione sul tema delle politiche attive che racconterà il percorso di tre giovani che hanno dovuto affrontare problemi legati all’inserimento lavorativo.

Mercoledì 7 ottobre 2015 sarà il turno della sede di Ruvo di Puglia del CIOFS-FP Puglia. Protagonisti saranno i prodotti da forno tipici della cultura gastronomica barese come merenda sana in alternativa agli snack industriali. L’obiettivo della giornata è sensibilizzare al tema della corretta alimentazione e al consumo di una merenda sostenibile e autoprodotta con ingredienti sani e bilanciati ispirati alla tradizione alimentare del proprio territorio. Gli allievi, aiutati dai formatori-chef Salvatore Turturo e Luca Domenico Cappelluti, prepareranno l’impasto con il quale realizzeranno le cooking class. Si terrà inoltre l’appuntamento “Migranti esperienza di accoglienza e di scambio” su “Casa Mistra”, la prima “Casa dell’integrazione e della legalità” aTaranto, compimento di un progetto più ampio, nato nel 2012, volto all’inclusione sociale della popolazione immigrata dalle città di Vienna, Bologna, Dublino e Berlino verso quattro città target, rispettivamente Taranto, Burgas, Praga e Budapest.