Our Blog

In occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco, l’Associazione Missioni Don Bosco Valdocco ONLUS, in collaborazione con il Comitato Bicentenario 2015, organizza la mostra “NATURE DOMESTICHE. Un senso nuovo per gli oggetti del Museo Etnologico Missionario di Colle Don Bosco”, allestita nella Sala Mostre della Regione Piemonte, in Piazza Castello a Torino, e aperta al pubblico dal 24 gennaio al 1° marzo 2015.

 

Premessa: dalla natura alle nature

Il rapporto che gli esseri umani intrecciano con l’ambiente si esprime in tanti modi. In occidente, ad esempio, la natura è diffusamente considerata come un dominio a parte, dove tutto ciò che accade si può spiegare scientificamente e dove tutto può essere messo a nostro servizio per trarne profitto. Nel nostro immaginario il concetto di natura spazia da una fantastica quanto distante età dell’oro all’insieme delle risorse disponibili sul pianeta.

Per alcuni popoli delle foreste, l’uomo è un essere incompleto, ha bisogno della natura, perché da essa può ottenere risorse materiali e conoscenza. La terra non è semplicemente una fonte di nutrimento, ma è un simbolo di vita. Diverse popolazioni indigene hanno cioè sperimentato che la loro sopravvivenza fisica e culturale dipende dalla relazione che hanno stabilito e ogni giorno intessono con la natura. Le risorse naturali, infatti, sono considerate un bene comune e per questa ragione devono essere salvaguardate.

I molteplici modi di rapportarsi all’ambiente hanno tuttavia un elemento in comune: la creatività con cui ogni popolo elabora modi d’uso della natura, diversi a seconda dell’ambito in cui vive.

La natura pertanto non è una sola: esistono tante nature quanti sono i modi di concepirla, viverla, trasformarla e rappresentarla e le relazioni uomo-natura interessano pratiche, conoscenze, immaginari, credenze, aspirazioni, miti e valori in differenti contesti culturali.

 

Il percorso espositivo

La mostra “Nature domestiche” intende esplorare il rapporto uomo-ambiente a partire dalla multiforme interpretazione della natura nelle società occidentali, per invitare i visitatori a ripensarla non come un’idea universale, valida ovunque e per tutti, ma come un prodotto della diversità culturale.

Gli oggetti della collezione del Museo Etnologico Missionario di Colle Don Bosco, una delle più importanti raccolte missionarie in Italia, con pezzi provenienti da tutti i continenti, offriranno lo spunto per una riflessione sul rapporto con l’ambiente che oggi abbiamo sia noi sia le popolazioni indigene e gruppi etnici di diverse provenienze che vivono a stretto contatto con la natura e che da essa dipendono.

La chiave di lettura della mostra sarà l’esperienza della natura attraverso i sensi: mediante postazioni interattive sarà possibile mettere a confronto e in relazione mondo occidentale e culture “altre” e coinvolgere il visitatore in un’esperienza che lo solleciterà ad esercitare un approccio critico nei confronti della sua stessa idea di natura.

La documentazione di un progetto di cooperazione allo sviluppo, promosso dall’Associazione Missioni Don Bosco, potrà inoltre essere il punto di partenza per ulteriori attività educative nelle scuole, quali ad esempio la promozione della conoscenza interculturale o la progettazione partecipata di un intervento di solidarietà con le popolazioni indigene.

 

Visite guidate e laboratori didattici

Per gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado sono organizzate visite guidate alla mostra con l’accompagnamento di una mediatrice culturale e un’antropologa. Le visite guidate hanno una durata di circa un’ora.

È inoltre possibile partecipare a laboratori didattici, differenziati per classi, per approfondire i temi sviluppati durante il percorso espositivo e per una sperimentazione multisensoriale degli argomenti trattati.

Le attività laboratoriali di accompagnamento alla mostra favoriscono connessioni e dialoghi tra discipline in un’ottica educativa interculturale. Per maggiori dettagli si veda la sezione dedicata sul sito naturedomestiche.missionidonbosco.org (on line a partire dal 15 ottobre)

 

Mostra

“Nature domestiche. Un senso nuovo per gli oggetti del Museo Etnologico Missionario di Colle Don Bosco”

Dal 24 gennaio al 1° marzo 2015

Inaugurazione 23 gennaio ore 18

Sala Mostre Regione Piemonte, Piazza Castello 165 – Torino

Orari: da lunedì a domenica , 10-18. Le scuole potranno concordare un orario di visita su richiesta.

Tariffe: ingresso gratuito

La Sala Mostre offre ai suoi visitatori un percorso privo di barriere e accessibile a chiunque, sia nelle sale espositive che negli altri locali a servizio.

 

Laboratori didattici

Per le classi dal III anno della scuola primaria al III anno della scuola secondaria di primo grado sono organizzate attività laboratoriali.

Laboratori scuola primaria (dalla 3ª alla 5ª)

  • Attività iniziale: è finalizzata a portare alla luce l’immaginario soggettivo di ciascun/a bambino/a sul concetto di natura e al successivo confronto con i/le compagni/e con l’obiettivo di stimolare una riflessione sulla relatività delle nostre visioni ed idee.
  • Seconda attività: consiste in un percorso esperienziale che i/le bambini/e faranno bendati/e alla scoperta di elementi naturali attraverso il senso del tatto, gusto e olfatto spesso meno utilizzati della vista. L’obiettivo è quello di portare attenzione alla nostra più o meno scarsa familiarità e conoscenza di elementi che fanno parte del nostro quotidiano e che di fatto rappresentano le nostre “nature domestiche”. Si vuole inoltre stimolare una riflessione su come i nostri sensi siano culturalmente condizionati.
  • Attività conclusiva: prevede la realizzazione di un oggetto che reinterpreta in modo divertente il concetto di “nature domestiche” e che i/le bambini/e potranno portare a casa.

Laboratori scuola secondaria di primo grado

  • Attività iniziale: è finalizzata a portare alla luce l’immaginario soggettivo di ciascun/a partecipante sul concetto di natura e al successivo confronto con i/le compagni/e con l’obiettivo di stimolare una riflessione sulla relatività delle nostre visioni ed idee.
  • Seconda attività: prevede un gioco di ruolo sui diversi usi e le differenti rappresentazioni culturali della natura con l’intento di stimolare la riflessione su come l’uomo, le società e le culture la investano di significati.

 

ORARI: da concordare con le/gli insegnanti

DURATA: I laboratori didattici hanno una durata variabile, compresa tra 1 ora e 1 ora e mezza, a seconda del percorso. Insieme alla visita guidata la durata complessiva del percorso è di circa 2 ore e mezza

TARIFFE: è richiesto un contributo di 4 euro ad alunno/a

PRENOTAZIONI: entro il 30 Novembre 2014

MODALITÀ DI PAGAMENTO: tramite Bonifico bancario presso Intesa Sanpaolo, Ag. n° 5, Torino – Italia,

intestato a: Associazione Missioni Don Bosco Valdocco ONLUS, Via Maria Ausiliatrice 32, 10152 Torino.

IBAN IT41 D030 6901 0051 0000 0106 277

Causale: Laboratori Nature Domestiche

NUMERO DI PARTECIPANTI: minimo 10 massimo 30 per laboratorio

 


 

 

Per informazioni e prenotazioni:

naturedomestiche.missionidonbosco.org

alessia.andena@missionidonbosco.org o elisabetta.gatto@missionidonbosco.org

tel. 011-3990149 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12); 011-3990116 (lunedì e mercoledì dalle 14 alle16)

fax 011-3990195

 

Un evento realizzato da Associazione Missioni Don Bosco Valdocco ONLUS

in collaborazione con Comitato Bicentenario 2015, Regione Piemonte, Museo Etnologico Missionario di Colle Don Bosco

Comments ( 0 )